20:45 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Il Ministero dell'Istruzione ha smentito la bufala secondo cui se un alunno presenta sintomi compatibili con l'infezione da Covid-19 ai genitori non è permesso di prelevare il figlio per portarlo a casa.

Con il previsto rientro a scuola degli studenti a metà settembre, numerose sono state le informazioni che hanno circolato attraverso i social, tra queste anche alcune fake news.

Il Miur ha dovuto comunicare la smentita su una fake news che sta circolando in queste ore secondo la quale nell'eventualità in cui un alunno presentasse sintomi compatibili con l'infezione da Covid-19, ai genitori non sarebbe permesso di prelevare il figlio per portarlo a casa. Il bambino, viene spigato, sarebbe affidato direttamente all'autorità sanitaria.

La smentita di Miur

"Sta purtroppo girando una grave fake news su cosa accade quando si deve gestire un alunno che, all'interno dell’istituto scolastico, mostra sintomi compatibili con l'infezione da Covid-19. Si arriva a sostenere che ai genitori non sarà permesso prelevare i propri figli e che questi saranno affidati all'autorità sanitaria. Niente di più falso, ovviamente. Il Protocollo di sicurezza prevede invece che si debba provvedere quanto prima possibile 'al ritorno al proprio domicilio' e ad attivare i necessari protocolli sanitari per la sicurezza di tutti" afferma il Miur tramite un post.

Il Miur ha anche ricordato che sul sito del Ministero dell’Istruzione c’è un’apposita sezione con tutte le informazioni, i documenti ufficiali, le risposte alle domande principali per il rientro a scuola.

Il Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina ha presentato negli scorsi giorni il manuale per il rientro a scuola con ampi approfondimenti che include anche i verbali del Comitato tecnico scientifico contenente i consigli che questi hanno dato per un rientro ordinato in classe.

In un'intervista al Messaggero il consigliere del ministro della Salute Ricciardi ha tuttavia lanciato un monito riguardo la possibilità che, in caso di ulteriore crescita dei contagi da coronavirus in Italia, torni in discussione la riapertura delle scuole prevista per il mese di settembre.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook