22:13 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
214
Seguici su

Cinque ricoverati in ospedale con infezioni neurologiche causate dalla malattia trasmessa da una zanzara tipica della pianura Padana. Ora stanno tutti meglio.

Almeno 5 persone in questi giorni sono state ricoverate all'ospedale Maggiore di Lodi, nel reparto di neurologia guidato dal medico Angelo Zilioli, in rianimazione e nell’area medica. In alcuni casi i pazienti presentavano febbre anche molto alta ed erano in stato confusionale.

La diagnosi comune è stata quella della febbre del Nilo, portata da zanzare tipiche della zona, che per fortuna non si trasmette da persona a persona. I casi di trasmissione nelle persone erano attesi, visto che i veterinari dell’Ats già il mese scorso avevano individuato zanzare positive nella zona.

L'ultima ricoverata una donna di 50 anni arrivata con una meningite, che ora sta meglio. 

Un uomo della stessa età era entrato in reparto in gravi condizioni, affetto da mielite, un'infiammazione che colpisce il midollo. Ora il paziente si trova in riabilitazione.

In rianimazione era finito anche 72enne, colpito da una meningo-encefalite ormai superata. Anche lui ora starebbe meglio.

L’Ats ha chiesto ai Comuni di San Martino, Graffignana e Massalengo di emettere un’ordinanza di disinfestazione, che - come ha spiegato Zilioli - "riduce la diffusione". 

La West Nile è una malattia trasmessa dalla culex, la zanzara della pianura Padana. Fra i casi sintomatici, circa il 20 per cento presenta febbre, mal di testa, nausea, vomito, linfonodi ingrossati e sfoghi cutanei. Negli anziani e nelle persone debilitate la sintomatologia può essere più grave.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook