11:08 01 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 13
Seguici su

Ospedale Domenico Cotugno di Napoli preso d'assalto dai vacanzieri provenuti dalle località di mare estere. Hanno chiesto di fare il tampone assembrandosi e mettendo a repentaglio la sicurezza di tutti.

L’ospedale Domenico Cotugno a Napoli è il centro di riferimento per le malattie infettive e così i vacanzieri rientrati dalla Grecia, da Tenerife, e tante altre località di villeggiatura gettonatissime ogni estate, si sono precipitati presso il nosocomio chiedendo di fare il tampone.

Un vero assalto, con oltre 200 persone tra i 19 anni e i 25 anni che si sono allarmati per la multa di 1.000 euro prevista dalla recente ordinanza del governatore De Luca.

Un allarmismo e soprattutto un comportamento non rispondente a quanto richiesto dall’ordinanza, la quale non chiedeva ai rientrati dalle vacanze all’estero di affollare il Cotugno, ma di restare a casa in isolamento e di mettersi in contatto con l’Asl di appartenenza o con il proprio medico di base.

Grande sorpresa, ma anche molto disappunto da parte del direttore dell’Azienda dei Colli, Maurizio Di Mauro, che gestisce anche questo ospedale.

Non dovevano presentarsi tutti qui, rimprovera Di Mauro raggiunto dal quotidiano Il Mattino, “hanno messo a rischio la salute di tutti con gli assembramenti fuori l’ospedale” e, inoltre, non è detto che fare il tampone nell’immediato serva ha fatto notare il direttore dell’ospedale.

Il Mattino ha intervistato alcuni dei giovani rientrati e tutti hanno detto la stessa cosa, niente mascherine nei luoghi di villeggiatura all’estero, rari i controlli nelle località di mare dove sono stati. E soprattutto, tutti convinti: rifarebbero quello che hanno fatto.

La procedura corretta

La procedura da seguire in Campania per chi rientra dalle vacanze trascorse all’estero non prevede di recarsi presso gli ospedali, perché questo metterebbe a repentaglio l’operatività stessa del presidio costringendolo a chiusure temporanee.

Bisogna invece restare a casa in isolamento, inviare una e-mail a dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it e attendere che l’Asl contatti il cittadino o la cittadina per sottoporla a test con tampone.

Correlati:

Napoli, Polizia di Stato soccorre donna nigeriana e allatta la neonata della signora
Zona vulcanica di Napoli, possibili strategie di evacuazione
Napoli, carabiniere pestato nel tentativo di sedare una lite: 4 arresti - Video
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook