22:50 29 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Negli ultimi giorni sono aumentati a dismisura i casi di persone, spesso giovani, contagiate in seguito ad una vacanza all'estero.

Il ministero della Salute sta studiando un nuovo decreto che prevedrebbe più controlli negli aeroporti, nei porti e ai valichi di frontiera per tutti coloro che entrano o rientrano in Italia da Paesi considerati a rischio coronavirus.

Le nuove misure saranno in seguito poste al vaglio del Comitato tecnico scientifico per un'eventuale approvazione.

A destare preoccupazione tra gli esperti è il crescente numero di contagi tra coloro che tornano dalle vacanza da Paesi quali Croazia, Grecia, Malta e Spagna.

Sono tre le opzioni sul tavolo: la prima è la quarantena, come già accade per alcuni Paesi come gli Stati Uniti, sebbene in questo caso il problema sia costituito da tutte quelle persone che sono partite senza preventivare un periodo di isolamento forzato di 14 giorni al ritorno.

Le alternative restano, come prevedibile, l'effettuazione di tamponi o test rapidi.

"Dobbiamo analizzare ogni giorno la curva epidemiologica, se sale bisogna prendere provvedimenti", hanno spiegato gli scienziati come riferisce il Corriere della Sera.

Preoccupa in particolar modo il repentino abbassamento dell'età media di coloro che si ammalano, scesa in questo momento sotto i quarant'anni. 

A questo proposito nei giorni scorsi il ministro della Salute Roberto Speranza ha esortato i giovani a prestare particolare attenzione e a rispettare le norme prudenziali per evitare la diffusione del virus.

Gli ultimi casi di contagio di ritorno

Negli ultimi giorni dalle Asl di tutta Italia sono arrivate segnalazioni riferite a persone positive rientrate da viaggi all'estero.

Alcuni ragazzi salentini sono rientrati positivi dopo una vacanza in Grecia, mentre un giovane calabrese si è ammalato dopo un viaggio in Croazia.

Sono invece 12 i ragazzi originari del Lazio positivi e rientrati da Ibiza e Malta.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook