21:49 19 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
140
Seguici su

Avrebbe potuto godersi la pensione e invece ha deciso di continuare a lavorare gratis per 4 mesi per il suo Comune in provincia di Bergamo. Ora la signora Marisa ha ricevuto il riconoscimento che merita.

Avrebbe dovuto godersi la pensione Marisa Avogrado, impiegata del Comune di Capizzone in provincia di Bergamo, ma l’emergenza sanitaria ha stravolto la vita di tanti e bloccato il concorso comunale attraverso cui si sarebbe dovuto assumere un impiegato sostitutivo.

Così la signora Marisa, impiegata presso l’ufficio anagrafe e che si occupa della registrazione delle nascite e dei decessi, ha deciso di proseguire a titolo gratuito l’attività lavorativa pur di non lasciare vacante il suo ruolo.

Un esempio di alta dedizione e di senso del dovere di un impiegato pubblico che spazza via le tante occasioni in cui i dipendenti pubblici si sono invece macchiati di molti gravi reati e di assenteismo.

La signora Marisa ha lavorato fino al 17 luglio scorso riporta l’Eco di Bergamo e ora è giunto il giusto riconoscimento pubblico e anche da parte del sindaco di Capizzone Alessandro Pellegrini, che con una targa ha voluto omaggiare i 30 anni di lavoro dell’impiegata presso l’ufficio demografico.

Sulla targa il sindaco ha fatto incidere le seguenti parole:

“A Marisa Avogadro le più sentite congratulazioni per la pensione e un ringraziamento per l’impegno e la competenza sempre dimostrati in questi anni”.

“Ho sempre amato il mio lavoro perché mi permetteva di stare a contatto con il pubblico. Quando ho visto che il Comune era in difficoltà, soprattutto all’anagrafe che era il mio ufficio, non ho esitato a restare”, ha riferito la signora Avogrado all’Eco di Bergamo.

Correlati:

Anche Fontana al Requiem di Bergamo: "L'unico assassino è questo maledetto virus"
Effetti Covid-19 su speranza di vita in Italia: a Bergamo indietro di 20 anni
Bergamo, 23% della popolazione ha sviluppato anticorpi coronavirus
Tags:
Bergamo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook