16:52 05 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
110
Seguici su

Indagati per turbativa d'asta un consigliere regionale e il presidente della società Soresa. Al centro dell'attenzione dei pm un maxi appalto milionario per la realizzazione degli ospedali COVID in Campania.

Si allarga l'inchiesta della Procura di Napoli sugli appalti milionari per gli ospedali Covid di Ponticelle (Na), Salerno e Caserta, sino a toccare i "fedelissimi" del governatore De Luca.

Dopo le ultime perquisizioni effettuate questo sabato dai carabinieri, sono finiti nella lista degli indagati il consigliere regionale Luca Cascone, ritenuto vicino a De Luca e presidente della commissione Trasporti in regione, e Corrado Cuccurullo, presidente della Soresa, la società regionale che gestisce gli appalti sanitari. 

Nel mirino degli inquirenti c'è un appalto da 18 milioni di euro per la realizzazione dei centri modulari. Sono 72 moduli prefabbricati allestiti d'urgenza per le terapie intensive durante la fase acuta.  di 72 posti di terapia intensiva. Il bando era stato assegnato a Soresa con una procedura d’urgenza consentita e i lavori erano stati conferiti a una società di Padova, la “Manufactorimg engineering & development srl” (MED). Il fascicolo della procura ipotizza il reato di turbativa d'asta.

I militari hanno perquisito nei giorni scorsi l'abitazione del consigliere e il suo ufficio in regione e hanno controllato dei documenti nella sede di Soresa. Sebbene non sia stata effettuata alcuna perquisizioni nei confronti di Cuccurullo, gli inquirenti hanno sequestrato il suo computer e smartphone e alcuni pc in uso dell'unità di crisi. 

Sia Cascone che Cuccurullo hanno comunicato la propria disponibilità ad essere ascoltati dai magistrati, per chiarire ogni circostanza contestata. 

Tags:
Coronavirus, Indagini, Campania, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook