02:12 28 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
12222
Seguici su

Tuttavia il ministro per gli Affari Regionali ha sottolineato che l'Italia è ultima in Europa per contagi, mentre in Paesi come Spagna, Francia e Germania i casi di positività si attestano sui 1000 giornalieri.

Non esiste un problema "untori" collegato agli sbarchi clandestini o al controllo delle frontiere. Lo sostiene il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia, che in un'intervista al Corriere della Sera riferisce come tre contagi su quattro siano endogeni, ovvero italiani positivi che infettano altri italiani per via delle violazioni delle regole di distanziamento e sicurezza. 

"Il 75% dei positivi sono italiani contagiati da altri italiani. Si passa dalle feste senza regole all'imprenditore positivo che tornato dall'estero è andato in giro con i sintomi", dice il ministro. 

Le persone positive al nuovo coronavirus, che giungono sulle nostre coste con le carrette del mare vengano sottoposte a test e tamponi e ripartano immediatamente, prosegue il ministro, negando le accuse di Salvini a Conte di aprire le frontiere ai migranti positivi.  

Il leader della Lega da un lato "nega l'emergenza sanitaria" dall'altro "prova a riportare il Paese nel clima a lui congeniale di odio e rabbia su sicurezza e immigrazione", specifica. 

La situazione in Italia

Tuttavia nel Paese la situazione è migliore rispetto al resto d'Europa. L'Italia infatti è ultima per contagi, con solo 295, al contrario "dei 1.500 positivi in Spagna, 1.300 in Francia e 950 in Germania". Questi dati sono la prova che " se il 10% nega il virus il 90% rispetta le regole", facendo dell'Italia "un modello al mondo come gli ultimissimi dati confermano", afferma Boccia. 

"Questi numeri sono merito delle misure adottate e dei sacrifici fatti da tutti gli italiani" osserva. "La crisi negli Usa e in America Latina - inoltre - dimostra che senza salute e vita non c'è businness". 

 

Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook