07:48 23 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Chiedeva soldi e lavori gratuiti a un imprenditore minacciando di escluderlo dalle gare di appalto per i lavori pubblici.

Il sindaco di Celico Antonio Falcone, 48 anni, è stato arrestato dai finanzieri del Comando provinciale di Cosenza con l’accusa di concussione, in seguito a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta della Procura di Cosenza.

Nei confronti del sindaco è stato eseguito anche un decreto di sequestro preventivo.

Dalle indagini, scaturite dalla denuncia di un imprenditore locale e condotte dai finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Cosenza, sarebbe emerso che il primo cittadino di Celico si sarebbe fatto consegnare somme di denaro in due diverse occasioni e avrebbe chiesto lavori gratuiti di impiantistica per una sua abitazione in costruzione.

Per convincere l'imprenditore Falcone ha minacciato di escluderlo dagli appalti futuri, anche relativi a comuni limitrofi, oltre che di effettuare ritardi nei pagamenti che gli doveva per lavori già realizzati per il comune.

Le indagini sono attualmente in corso. 

Due giorni fa sono stati arrestati il sindaco, il vicesindaco del Comune di Premariacco in provincia di Udine e altri tecnici del Comune di Torreano.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook