10:37 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
1 0 0
Seguici su

Settimana di Ferragosto quasi sold out nelle località di vacanza italiane. Quanti devono ancora prenotare farebbero meglio ad affrettarsi perché in alcune località si tocca il 98% di presenze confermate.

Nella settimana dal 10 al 16 agosto 2020 “la Penisola risulta quasi sold out”, tanto che sono state vendute “il 79% delle disponibilità di offerte online”, comunica l'Agenzia nazionale italiana del turismo citando dati di booking.com.

Per fare un confronto con l’estero, in Spagna le vendite di pacchetti turistici nello stesso periodo si sono attestate sul 72%.

Le località italiane più gettonate e dove si riscontra il maggior numero di completo, sono Rimini (80%), a Ravello si tocca addirittura l’81% e a Cavallino-Treporti l’86%.

Nel Cilento sono già al 94% delle prenotazioni effettuate per la settimana di ferragosto, mentre nel Salento non c’è quasi più posto per quella settimana: 98% delle prenotazioni effettuate.

Non è da meno la montagna, che questa estate vive una inedita riscoperta. Nelle località turistiche alpine l’84% dei posti disponibili sono stati prenotati.

L’impatto del mancato turismo sul Pil italiano

L’Agenzia nazionale turismo affronta anche il tema dell’impatto del turismo sul Pil italiano:

“In termini economici, tenendo costante il Pil totale dell'Italia 2019, il confronto indica che il contributo diretto del turismo all'economia italiana diminuirà del -2,6% nel 2020 rispetto al 2019 quando rappresentava il 5,7% del prodotto interno lordo. Si prevede, quindi, che il contributo totale (che comprende gli effetti indiretti e indotti, nonché l'impatto diretto) del settore diminuirà del -5,8%, rispetto al 13% del Pil nel 2019.”

Meno stranieri

I dati forniti dall’Agenzia nazionale turismo confermano l’evidenza di un mercato straniero fortemente ridottosi nel 2020. Gli stranieri in Italia per turismo diminuiscono del -55%, che equivalgono a 35 milioni di visitatori in meno e a 119 milioni di pernottamenti in meno nel 2020 fino a ora.

Il mercato domestico

Seppur meno accentuato, il calo dei turisti interni è marcato e pari al -31% (16 milioni di visitatori). In termini di pernottamento il calo si aggira sui 46 milioni in meno in tutto il 2020, rispetto allo scorso anno.

“L'impatto sul flusso della spesa turistica da parte dei visitatori interni si conferma in declino di quasi 44 miliardi di euro nel 2020 rispetto al livello del 2019.”

Correlati:

Turismo, Astoi: il governo deve agire per salvare il settore
Bollettino turismo Enit, sette italiani su dieci scelgono fine estate per le vacanze
Turismo di prossimità, italiani premiano Puglia, Toscana e Sicilia
Tags:
Turismo, estate
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook