10:58 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
704
Seguici su

Sergio Mattarella alla cerimonia di consegna del "Ventaglio" organizzata dai giornalisti parlamentari, torna sul cambio di paradigma che l'Europa sta affrontando.

“Abbiamo assistito a un inimmaginabile cambio di paradigma politico e istituzionale della Ue. La qualità e le formule profondamente innovative messe in campo hanno una portata straordinaria e manifestano un'ambizione di significato storico”.

Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante la tradizionale cerimonia di consegna del “Ventaglio” da parte dell’Associazione stampa Parlamentare.

Mattarella, parlando di come i giornalisti si sono messi al servizio di una informazione di qualità scongiurando la proliferazione di fake news e di informazioni distorte, ha ricordato il ruolo solidale che l’Europa ha saputo riscoprire nei momenti più difficili della pandemia.

Il capo dello Stato ha ricordato l’aiuto ricevuto dall’Italia, ma anche quello fornito dal nostro Paese ad altri.

Ora è però importante che l’Ue non si richiuda, avverte Mattarella. Serve una Unione Europea priva di “una visione miope”, una visione che non “consideri solo gli effetti più contingenti della crisi”.

Serve la capacità di guardare “al futuro, fuori da veti o da difese di corto respiro”, dice Mattarella.

Il Presidente Sergio Mattarella con Marco Di Fonzo, Presidente dell’Associazione Stampa Parlamentare, in occasione della cerimonia di consegna del “Ventaglio” da parte dell’Associazione Stampa Parlamentare
Il Presidente Sergio Mattarella con Marco Di Fonzo, Presidente dell’Associazione Stampa Parlamentare, in occasione della cerimonia di consegna del “Ventaglio” da parte dell’Associazione Stampa Parlamentare

Scuola e tutela della salute

Mattarella si sofferma anche sulla scuola, sottolineando che “l’apertura regolare delle scuole è un obiettivo primario” per lo sviluppo pieno dell’Italia.

E sul piano delle precauzioni da adottare, Mattarella che è un costituzionalista, si sofferma sul fatto che “non bisogna confondere la libertà con il diritto di far ammalare gli altri”.

“Imparare a convivere con il virus non vuol dire comportarsi come se non ci fosse più”, dice, ricordando che “esattamente 4 mesi fa” morivano in un solo giorno più di 800 persone in Italia, nostri “concittadini”.

“Non possiamo e dobbiamo rimuovere tutto questo, per rispetto dei morti, dei sacrifici affrontati dai nostri concittadini.”

Correlati:

Compleanno Mattarella, gli auguri social di politici e cittadini
COVID-19, messaggio di Mattarella ai connazionali all'estero: "Vicini nella coscienza che ci unisce"
Strage di Bologna, Mattarella incontra i parenti: il primo dopo Pertini a commemorazioni
Tags:
Sergio Mattarella
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook