10:57 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 01
Seguici su

Mattarella a Bologna per i 40 anni della strage di Bologna. Il primo capo dello Stato a partecipare alle commemorazioni dopo il presidente Sandro Pertini.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato questa mattina i parenti delle vittime della strage di Bologna che il 2 agosto del 1980 sventrò la stazione ferroviaria di Bologna e uccise 85 persone, ferendone 200.

Al termine della funzione religiosa, celebrata nel Duomo di Bologna dall’arcivescovo mons. Matteo Zuppi, Mattarella si è recato in stazione per deporre la corona di alloro in memoria delle vittime.

Dopo il presidente Pertini, si è trattata della prima partecipazione del capo dello Stato alle commemorazioni della strage di Bologna.

Successivamente il presidente Mattarella si è recato presso il Museo della memoria di Ustica dove ha incontrato alcuni rappresentanti dei familiari dell’altra strage emblematica della storia degli anni ‘80 italiani.

Nel museo Mattarella ha potuto osservare in silenzio il relitto del DC9 Bologna-Palermo recuperato dagli abissi del Mar Tirreno a metà degli anni ‘80.

Il DC9 fu la tomba per 81 persone il 27 giugno 1980.

Di recente il Senato ha dato il via libera alla desecretazione degli atti fino al 2001.

Le parole di mons. Zuppi

“La memoria ci fa provare, anche, l’acuta e insopportabile ingiustizia della mancanza di verità”, ha detto il cardinale Zuppi durante l’omelia in chiesa, alla presenza di Mattarella.

“Memoria anche di delusioni, di ritardi, di opacità spesso senza volto e senza nome, di promesse non mantenute, di mandanti – che ci sono – protetti dall’ombra delle complicità”, ha aggiunto Zuppi.

Correlati:

Strage di Bologna, proposta di legge per istituire commissione d'inchiesta
Strage di Bologna, chiuse le indagini: per la Procura il mandante fu Licio Gelli
Tags:
Sergio Mattarella, Bologna
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook