02:27 26 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
820
Seguici su

Tensioni a Porto Empedocle in seguito alla fuga di 500 migranti e all'arrivo di altri 200. Il sindaco chiede un ponte aereo e il blocco navale.

"Siamo esasperati. Non ce la facciamo più. Faccio un appello al premier Conte", con queste parole il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, del M5s, si rivolge al presidente del Consiglio, dopo l'arrivo di altri 200 migranti nella città costiera dell'agrigentino, il giorno dopo la fuga di massa di 500 dalla tensostruttura allestita dalla protezione civile per i migranti trasferiti da Lampedusa. 

Una situazione allo sbando e "motivo di grande sofferenza per la città e compromette le prospettive per il futuro. Non si considerano le ricadute sulla popolazione", prosegue la Carmina, che non esclude di recarsi dal Procuratore di Agrigento per i gravi problemi di ordine pubblico.

"Io ho fatto una ordinanza per evitare che ci fossero altri sbarchi e invece Porto Empedocle continua essere utilizzata come sede privilegiata di tutti gli sbarchi per scelta governativa", aggiunge, lamentando di aver ricevuto minacce dai cittadini preoccupati per la situazione sanitaria. "Poi la gente se la prende con me e solo con me quando scappano i migranti. Uno mi ha gridato: 'Se domani mio figlio si ammala, ti vengo a prendere a casa'". 

Il sindaco propone dei ponti aerei e chiede di disporre dei blocchi navali nel Canale di Sicilia. 

Il Viminale invia le navi quarantena

Durante un colloquio telefonico con il presidente della Regione Sicilia, il ministro degli Interni Luciana Lamorgese, ha assicurato l'invio di rinforzi militari per supportare il lavoro delle forze dell'ordine, impegnate in Sicilia nelle operazioni di gestione e controllo dell'accoglienza, all'interno delle aree portuali e presso hotspot e Cara. 

Intanto la scadenza per il termine della presentazione della manifestazione di interesse, per la partecipazione alla gara d'appalto per la nave quarantena, è prevista per domani, mercoledì 29 luglio, alle ore 12, dopo i precedenti tre bandi andati deserti. 

Il valore dell'appalto è di  4.793.200 euro più Iva e le somme saranno corrisposte in funzione del numero effettivo di migranti ospitati. L'appalto avrà una durata di 92 giorni, con scadenza il 31 ottobre. Le navi dovranno avere una capacità sino a 250 posti. 

La fuga dei migranti

I migranti trasferiti da Lampedusa a Porto Empedocle, questo lunedì sono fuggiti dalla tensostruttura per loro predisposta dalla protezione civile, poche ore dopo l'arrivo. Il sindaco Carmina aveva ne aveva denunciato le condizioni disumane, in quanto in oltre 500 erano stati sistemati all'interno di una struttura con una capienza per 100 per persone, senza finestre e ventilazione adeguata. In seguito i fuggitivi sono stati quasi tutti rintracciati. 

Il Viminale ha rassicurato la regione sulle condizioni sanitari dei migranti. 

“Dal punto di vista sanitario, la situazione e’ sotto controllo: tutti i test sierologici sono risultati negativi e cosi i tamponi fin qui eseguiti sui migranti, sia a Porto Empedocle sia a Lampedusa, grazie all’impegno profuso dalla Regione Siciliana”, ha detto la Lamorgese. 

Tags:
Migranti, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook