18:13 07 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
8147
Seguici su

Da un'indagine di Coldiretti/Ixé emerge un certo rilassamento nel rispetto delle regole di sicurezza, distanziamento e divieto di assembramento, precedentemente rispettate da tutti gli italiani.

Mentre all'inizio della Fase 2 gli italiani rispettavano rigorosamente le "buone pratiche" per evitare i contagi, come l'utilizzo di dpi, il distanziamento di un metro e il divieto di assembramento, con l'arrivo dell'estate si è diffuso un certo rilassamento nei confronti delle misure di sicurezza per evitare i contag,i ancora in vigore durante la Fase 3

Lo rivela un'indagine di Coldiretti/Ixè secondo la quale il 27% degli italiani ha smesso di indossare la mascherina o lo fa raramente senza curarsi del pericolo di contagio o del rispetto della distanza di sicurezza. 

Tuttavia non tutti sono diventati "allergici" alla mascherina. Il 32% degli italiani dichiara di indossarla spesso, mentre il 44% la utilizza sempre, soprattutto in vacanza. Un dato, questo, che riflette una maggiore attenzione da parte di chi viaggia perso la sicurezza e la salute, rispetto a chi resta in città. 

Viaggiare sì, ma in sicurezza

Questa tendenza è confermata dal fatto che i vacanzieri dell'estate 2020 preferiscono trascorrere le vacanze evitando i luoghi affollati e preferendo agriturismo o case vacanza, per ritrovare la stessa sicurezza che si ha fra le mura domestiche, anziché alloggiare in albergo. 

Il 35% di chi sceglie di partire preferisce trascorrere le vacanze da solo o con il proprio nucleo familiare, evitando il più possibile i contatti con altre persone, riferisce l'indagine Coldiretti-Ixe’, il 59% andrà in vacanza con amici stretti e fidati e solo un 8% non rinuncia alla socialità, partendo in gruppo o intenzionato a fare nuove conoscenze. 

Nell'estate della pandemia da coronavirus, l'Italia è la meta preferita, scelta dal 93% dei turisti, rispetto all'86% dell'anno scorso, mentre i 34 milioni di turisti italiani hanno preferito trascorrere le vacanze in Patria, privilegiando le destinazioni all'interno della propria regione e vicino casa (25%). 

Lo testimonia anche il fatto che il 35% dei vacanzieri trascorre l’estate 2020 evitando il più possibile contatti con altre persone e restando da soli o con la propria famiglia, secondo l’indagine .

A questi si aggiunge un altro 59% – continua la Coldiretti – che andrà in vacanza con gli amici più stretti e fidati, mentre solo un 8% di “temerari” non rinuncia alle vacanze di gruppo, cercando anche di fare nuove conoscenze.

Tags:
Coronavirus, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook