07:49 15 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
320
Seguici su

L'incidente è avvenuto al lago di Como, presso le gallerie del Moregallo, luogo dove i tuffi sono proibiti. Nonostante gli avvisi di pericolo, i divieti, le cancellate e le ordinanze del sindaco un ragazzo di 26 anni ha voluto tentare il tuffo per avere una foto da mettere sui social, ma la bravata è finita in tragedia.

La vittima è Jean Carlos Falconi Zambrano, un ragazzo di 26 anni originario dell’Ecuador e residente a Milano. Il giovane, incurante dei molteplici divieti posti nella zona per scoraggiare i ragazzi a tuffarsi, si è lanciato dalle gallerie del Moregallo, a Mandello del Lario, per farsi una foto da mettere sui social. Purtroppo il giovane, una volta finito in acqua, non è più riemerso.

"Mandello è uno dei paesi più facili da raggiungere sia in treno sia in auto. I ragazzi arrivano soprattutto dal Monzese e dal Milanese. Ho fatto anche un’ordinanza per impedire questi tuffi, ma i giovani che arrivano al Moregallo sono in continuo aumento. La zona ormai è conosciuta per questa attività proibita. Si buttano senza conoscere i rischi e sottovalutando il grave pericolo, spesso mentre qualche amico è pronto a filmare il salto nel lago, magari per poi condividerlo sui social" ha spiegato il sindaco Mandello, Riccardo Fasoli.

Jean Carlos era arrivato a Mandello con alcuni amici per trascorrere un sabato sera diverso. Quest'ultimo si è tuffato intorno alle 19.30 da una finestra della galleria chiusa al traffico e considerata "maledetta", perché è già costata la vita ad alti giovani. Gli amici hanno subito dato l'allarme, non vedendo l'amico riemergere dall'acqua. 

I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno trovato il corpo del ragazzo sul fondale a circa venti metri di profondità. Jean Carlos Falconi Zambrano è la quarta vittima nel lago nel Lecchese in una settimana.

Nella giornata di ieri un'altro giovane, 21 anni, ha perso la vita a Roma lanciandosi dalla terrazza del Pincio in seguito ad una lite avuta per motivi sentimentali con la fidanzata.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook