19:37 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 50
Seguici su

La Guardia di Finanza di Salerno ha sequestrato una pompa di benzina e circa 5.000 litri di prodotti petroliferi. Il rappresentante della società è stato denunciato per contrabbando di oli minerali e frode in commercio.

I Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno sottoposto a sequestro, su disposizione della locale Procura, un impianto stradale di distribuzione e circa 5.000 litri tra gasolio, benzina ed olio lubrificante a Pontecagnano, in provincia di Salerno. Il legale rappresentante della società, responsabile dell'attività illecita, è stato accusato di contrabbando di oli minerali e frode in commercio.

Il provvedimento del G.I.P. è scaturito da una verifica fiscale riguardo le accise sui prodotti energetici svolta dalle Fiamme Gialle della 1a Compagnia, con il coordinamento del Gruppo di Salerno. Attraverso la verifica sono state riscontrate numerose  anomalie nella gestione del distributore.

Gli sviluppi investigativi dei finanzieri hanno fatto emergere lo stoccaggio di carburante in quantità superiore alla capienza massima dei serbatoi, conseguenza degli artifici contabili con i quali il responsabile aveva cercato di giustificare su carta l’acquisto di prodotti in contrabbando. L’acquisto e la vendita in contrabbando consentivano al distributore di praticare prezzi notevolmente più bassi rispetto alla media del mercato.

Le successive analisi chimiche svolte sui campioni prelevati durante l’intervento hanno permesso di accertare la non conformità dei prodotti, evidenziando la presenza di alte concentrazioni di oli pesanti, destinati ad usi diversi dalla carburazione e combustione. Le analisi sono state effettuate nei laboratori specializzati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Ad aprile, sempre nella regione campana, la Guardia di Finanza aveva sequestrato un'area di 6000 metri quadri nella zona di Maddaloni utilizzata per lo stoccaggio di veicoli commerciali privi di autorizzazione, in cui erano presenti anche due cisterne di carburante di contrabbando. I finanzieri hanno denunciato alla Procura il responsabile dell'area.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook