19:29 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
26118
Seguici su

A Lampedusa a rischio crisi umanitaria, con l'hospot attualmente occupato da quasi mille persone, dieci volte la capacità di accoglienza. Ma gli sbarchi continuano e Alarm Phone lancia l'allarme di altre barche in naufragio. Il Viminale considera la possibilità di inviare una nave quarantena.

Alarm phone ha raccolto un altro SOS, lanciato poco dopo la mezzanotte di domenica da un barcone in zona SAR Maltese, con 95 persone a bordo. Nei due messaggi che si susseguono a distanza di poche ore, si chiede un intervento urgente perché l'imbarcazione prende acqua e rischia di colare a picco. 

"Le persone in pericolo dicono di non poter rimuovere l’acqua dalla barca perché è sovraffollata. Urlano: “stiamo morendo!”. Il mercantile Maridive230 è a 20 miglia dalla barca e potrebbe ricevere ordine di soccorrere ma non rispondono alle nostre chiamate", scrive Alarm Phone su Twitter. 

​In base agli aggiornamenti sulla situazione pubblicati dalla piattaforma, i contatti con il barcone non si sono interrotti, ma ancora nessuno ha risposto alla richiesta di aiuto. Intanto un'altra imbarcazione con 45 persone ha richiesto soccorso. 

"Un’altra barca in pericolo con 45 persone in fuga dalla Libia ha chiamato #AlarmPhone stanotte. Sono in zona SAR di Malta e chiedono soccorso immediato. Di nuovo le autorità sono informate ma non rispondono. Malta, il soccorso in mare è un vostro dovere!", si legge in un altro tweet.

La situazione a Lampedusa

Sono così 140 le persone in mare che chiedono soccorso e un porto sicuro, mentre a Lampedusa gli sbarchi senza sosta degli ultimi giorni si stanno trasformando in una crisi umanitaria, a causa dei mancati trasferimenti dei migranti sulla terra ferma. 

Sono già quasi mille le persone trasferite all'hotspot di contrada Imbriacola. Il centro, che ha una capienza di circa 100 posti, è al collasso per sovraffollamento e il sindaco Totò Martello ha proclamato lo stato di emergenza sull'isola, dopo non aver ricevuto alcuna risposta dal governo. 

Il Viminale prende in considerazione la possibilità di inviare una nave quarantena, più volte richiesta dal governatore Nello Musumeci, dopo i casi di positività riscontrati su alcuni migranti giunti a Porto Empedocle e sulla costa orientale della Sicilia, e dopo alcuni tentativi di fuga dalla quarantena nei centri di accoglienza

Intanto il sindaco Martello smentisce la notizia dei 25 migranti positivi al COVID-19 arrivati ieri a Lampedusa, diffusa da alcune agenzie e promette di presentare una denuncia alla procura della Repubblica questo lunedì. 

"E' arrivato il momento di smetterla con questo terrorismo mediatico - afferma il primo cittadino ad Adn Kronos -, si vuole danneggiare l'intera comunità di Lampedusa per quello che sta facendo per l'Italia e per l'Europa. Siamo stanchi di questi falsi allarmismi che, guarda caso, si ripetono ogni volta che si critica Salvini. Sarebbe il caso che le istituzioni intervenissero. Lampedusa vive di turismo e adesso rischia un danno economico incalcolabile".

 

Tags:
Migranti, Lampedusa, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook