07:23 15 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
140
Seguici su

Arrestati in due continenti 6 latitanti della ndrangheta che mancavano all'appello. Con la loro cattura l'operazione 'Magma 2007' si può dire conclusa. Ampia la collaborazione dell'Interpol.

Operazione internazionale contro la cosca di 'ndrangheta dei Bellocco di Rosarno (Reggio Calabria) condotta dagli uomini della Guardia di Finanza dei reparti Scico e Gico. Arrestati 6 latitanti sfuggiti all’operazione ‘Magma 2007’ dello scorso novembre.

Quattro dei latitanti sono stati catturati in Argentina e Albania martedì scorso, mentre l’ultimo è stato arrestato la scorsa notte in Costa Rica mentre in Italia erano le ore 2.30. Il sesto era invece stato catturato in Albania lo scorso 26 di maggio.

L’operazione Magma 2007 conclusasi con l’ultimo arresto della scorsa notte ha permesso la completa destrutturazione della cosca Bellocco, tranciando anche le articolazioni extra regionali presenti in Emilia Romagna, in Lombardia e nel Lazio.

La cosca era dedita al traffico internazionale della droga e aveva creato una fitta rete di contatti in Argentina e in Costa Rica da dove importavano la droga in Europa.

Sul posto si potevano avvalere anche di “colletti bianchi” di origine italiana corrotti e di una rete di fiancheggiatori disposti ad aiutarli in ogni situazione.

La collaborazione con l’Interpol

L’operazione è avvenuta nell’ambito della cooperazione internazionale tra le forze di polizia, attraverso l’Interpol e all’interno del progetto I-Can, Interpol Cooperation Against ‘Ndrangheta’ che opera a livello globale per disarticolare una delle reti criminali più ampie e influenti a livello globale.

Correlati:

Bond della 'Ndrangheta venduti sui mercati internazionali - Financial Times
Mafia, chiesto l'ergastolo per Graviano e Filippone, i boss della 'ndrangheta stragista
Milano: Guardia di Finanza sgomina maxi frode della 'Ndrangheta per fondi Covid
Tags:
Interpol, Mafia, 'ndrangheta
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook