06:56 15 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
118
Seguici su

36 anni per dare una risposta di rigetto ad un signore di Monza. Aveva presentato la domanda all'Inps nel 1984 quando c'era Pertini e ha ricevuto la risposta sotto la presidenza di Mattarella.

“Meglio tardi che mai”. Deve aver pensato proprio così l’impiegato dell’Inps che ha avuto il coraggio di non far rimpallare ulteriormente la richiesta di Bernardino Villa, di 63 anni di Monza.

Così l’Inps dopo 36 anni risponde al signor Villa, che intanto ha messo su famiglia ed è anche andato in pensione con Quota 100, che la sua domanda di ricongiunzione pensionistica non poteva essere accolta e non fornisce neppure la motivazione.

L’avvocato del signor Villa, Claudio Orlando, si domanda come sia possibile che un ente pubblico si prenda 36 anni per dare una non risposta? Cioè, risponde rigettando l’istanza di ricongiunzione dei contributi pensionistici e ci mette 36 anni per farlo… E senza neppure dare una motivazione sul perché.

E in effetti risposte non ne sono giunte dice l’avvocato, come non ne sono mai arrivate in questi anni di valzer tra gli uffici Inps di Monza e di Milano. Continui rimpalli di responsabilità e di competenze dice l’avvocato.

Proprio quei rimpalli di responsabilità e di competenze che il decreto semplificazioni vorrebbe stroncare una volta per tutte.

Ritrovata efficienza?

La risposta tardiva in fondo potrebbe essere anche una presa di consapevolezza da parte dell’Inps del suo ritardo e una ricerca di maggiore efficienza.

Intanto però il signor Villa è andato in pensione da circa un anno con una cifra inferiore a quella che gli spetterebbe, perché l’Inps ha impiegato un paio di generazioni per dare una sua risposta.

Forse con la digitalizzazione della documentazione e il tracciamento di tutti quelli che mettono mano agli atti dei cittadini, in futuro sarà impossibile raccontare storie come questa.

Oppure no...?

Correlati:

Inps, Tridico: "Entro venerdì 12 giugno 419 mila domande di cassa integrazione giacenti"
Inps, assunzioni in calo del 24% nel primo trimestre dell'anno
Reddito di cittadinanza, 1,4 milioni di domande accolte da Inps su 2 mln
Tags:
INPS
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook