09:57 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
5313
Seguici su

Credevano di essere onnipotenti e irraggiungibili i 7 Carabinieri di Piacenza arrestati per reati 'impressionanti'. La Procura di Piacenza non è riuscita a definirli come appartenenti alle forze dell'ordine.

Si sentivano onnipotenti come Dio forse i 7 carabinieri arrestati questa mattina e membri di una delle caserme dei carabinieri nel centro di Piacenza.

Intercettati dagli investigatori, le loro esternazioni sui delitti commessi hanno lasciato allibita la stessa Procuratrice della Repubblica di Piacenza che ha condotto le indagini, la quale durante la conferenza stampa ha riferito:

“Faccio fatica a definire questi soggetti come carabinieri, perché i loro sono stati comportamenti criminali.”

“Noi siamo irraggiungibili”, dicevano parlando tra loro. “Ho fatto un’associazione a delinquere ragazzi” ed ancora, “in poche parole abbiamo fatto una piramide”.

“Da oggi in poi, se vuoi vendere la roba vendi questa qua, altrimenti non lavori! E la roba gliela diamo noi”, è un’altra frase allucinante pronunciata da uno dei carabinieri intercettati. Frasi degne di un narcos della droga, ma tristemente pronunciate da carabinieri che si atteggiavano da boss della mala vita.

I 7 carabinieri sono indagati per spaccio di droga, estorsione, arresti illegali, percosse, tortura e altri reati amministrativi compiuti nell’esercizio delle loro funzioni in qualità di appartenenti all’Arma dei Carabinieri

Sequestrata e chiusa la Caserma

Un fatto mai accaduto in Italia e che rende l’idea della gravità della situazione, è la scelta della Procura di Piacenza di sottoporre a sequestro e chiusura la caserma.

“Una serie tale di atteggiamenti criminali che ci ha convinto a procedere anche al sequestro della caserma per futuri accertamenti”, ha detto la procuratrice Pradella.

La sorte dei 7 carabinieri

Il Comando generale dell’Arma dei Carabinieri, con il suo comandante Nistri, ha dato piena disponibilità e collaborazione alle indagini. Lo stesso ha fatto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini.

Ed è proprio il ministro Guerini a riferire che il comandante Nistri ha già provveduto a sospendere dal servizio i 7 carabinieri e a mettere in campo tutto quanto la legge gli consente di fare sul piano amministrativo.

L’Arma procederà quindi internamente sul piano disciplinare per attuare tutti i provvedimenti che sarà possibile applicare nei loro confronti.

Correlati:

Caso Cucchi: condannati a 12 anni per pestaggio due carabinieri
Piacenza, arrestata intera caserma dei Carabinieri per spaccio, estorsione e tortura
Tags:
carabinieri, carabinieri
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook