10:41 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
315
Seguici su

Dopo lo storico accordo raggiunto a Bruxelles il primo ministro Giuseppe Conte pronuncia un discorso alle Camere sul risultato del vertice UE sul Recovery Fund.

Conte è stato accolto con applausi da parte della maggioranza e ha subito detto che il vertice è stato "straordinario in termini di complessità" e che "l'intesa raggiunta rappresenta senza dubbio un passaggio fondamentale che ci spinge ad affermare che l'Ue è stata all'altezza della sua storia. 

Ha specificato che "il volume complessivo della proposta è di 750 miliardi di euro". Ha sottolineato come, in questo periodo di grave difficoltà, l'UE abbia "saputo rispondere con coraggio e visione fino ad approvare per la prima volta un ambizioso programma di bilancio. Si è radicato un mutamento di prospettiva".

Secondo quanto affermato da Conte, questo impressionante piano di finanziamenti è totalmente improntato "alla crescita economica, allo sviluppo sostenibile e alla transizione ecologica. In particolar modo secondo il Premier questo "è l'unico percorso possibile per preservare l'integrità del mercato unico e la stabilità stessa dell'unione monetaria". 

Ha continuato affermando che il risultato raggiunto non appartiene "ai singoli, nemmeno a chi vi parla, al governo o alle forze di maggioranza" ma "all'Italia intera".

Successivamente ha ringraziato tutti i ministri per l'aiuto e il sostegno e in particolare Amendola che si era recato insieme a premier a Bruxelles.

Recovery Fund: l'accordo raggiunto in Europa

Secondo quanto reso noto, il volume totale del Recovery Fund, soprannominato New Generation EU o NGEU, rimarrà al livello della precedente proposta pari a 750 miliardi di euro. I fondi saranno presi in prestito dalla Commissione Europea nei mercati finanziari. Allo stesso tempo il saldo tra sussidi e prestiti nel fondo NGEU cambierà: gli aiuti a fondo perduto scendono da 500 a 390 miliardi di euro, mentre il capitale prestato sale da 250 a 360 miliardi di euro. Secondo il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte "con 209 miliardi l'Italia ha migliorato l'intervento a suo favore rispetto alla proposta originaria della presidente von der Leyen".

Il 70% del Recovery Fund dovrebbe essere utilizzato nel 2021-2022 in base ai criteri della Commissione Europea, un altro 30% nel 2023. Il rimborso del debito paneuropeo nell'ambito di questo fondo deve essere completato entro il 31 dicembre 2058.

Ogni Paese beneficiario del fondo dovrà presentare all'UE un piano per la ripresa dell'economia nazionale con l'aiuto di fondi europei, nonché piani di investimento. I piani nazionali finanziati dall'UE dovranno essere analizzati e ricevere l'approvazione da parte di una maggioranza qualificata dei 27 Stati europei.

Correlati:

Сonte oggi in un discorso a Camera e Senato svelerà i dettagli del Recovery Fund
In Italia non piace a tutti l'accordo raggiunto a Bruxelles sul Recovery Fund
Recovery Fund, Di Maio: "Opposizione sperava nel fallimento dell'Italia?"
Tags:
Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook