02:18 25 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 30
Seguici su

I vertici del Policlinico San Matteo di Pavia e della società piemontese Diasorin spa, sono indagati per peculato in riferimento all'assegnazione dello sviluppo dei test sierologici in Lombardia.

La Procura della Repubblica di Pavia pone sotto inchiesta i vertici dell’ospedale Ircss San Matteo di Pavia, della Fondazione Insubrica di ricerca per la vita e i dirigenti dell’azienda piemontese Diasorin.

Secondo l’ipotesi di reato avrebbero turbato la libertà del procedimento di scelta del contraente nell’ambito dell’assegnazione della gara di appalto per i test sierologici in Lombardia. Altra ipotesi di reato è il peculato.

La Procura ha disposto le perquisizioni domiciliari e locali nei confronti di diverse persone, tra cui figurano il presidente, il direttore generale e il direttore scientifico della Fondazione Irccs San Matteo di Pavia, ed anche il responsabile del laboratorio di virologia molecolare del nosocomio. Sotto inchiesta anche l’amministratore delegato della Diasorin.

La Guardia di Finanza ha sequestrato computer e altri apparati informatici presenti negli uffici e nei laboratori del policlinico San Matteo e dalla società di biotecnologia Diasorin spa.

L’accusa

Secondo l’accusa l’Irccs San Matteo avrebbe trasferito alla Diasorin, in via esclusiva, tutti i risultati delle ricerche e sperimentazioni condotte dal San Matteo in riferimento ai test sierologici sul nuovo coronavirus.

La denuncia

L’inchiesta della Procura di Pavia è partita dalla denuncia di una società concorrente della Diasorin spa, che lamentava la mancanza di una gara di assegnazione che avrebbe creato un vantaggio economico per l’azienda biotecnologica piemontese.

Tutte le aziende coinvolte operano presso l’Insubrias Biopark di Gerenzano (VA).

Fiducia nella magistratura

Il presidente della Fondazione San Matteo Alessandro Venturi ha piena fiducia nella magistratura, convinto che l’operato del Policlinico San Matteo sia stato corretto “come chiarito anche dal Consiglio di Stato”, ha detto ad Adnkronos Salute.

Correlati:

Lopalco (Università di Pisa): "Essere positivi al test sierologico non significa essere immuni"
Test sierologici dell’indagine Istat: un mezzo fallimento, solo 70mila su 150mila
Test rapido per il coronavirus, arriva l'ok della FDA all'italiana Diasorin
Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook