20:24 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
307
Seguici su

Intervenendo all'assemblea della Coldiretti, il Ministro della Salute ripercorre i mesi dell'emergenza sanitaria e annuncia importanti progressi riguardo le dosi del vaccino di Oxford prodotte in Italia. Ma invita a non abbassare la guardia: "Come paese siamo fuori dalla tempesta, ma non siamo ancora in un porto sicuro".

"In questi mesi ho messo la mia firma su tutti i provvedimenti. Se mi avessero raccontato prima il peso delle scelte che avrei fatto, non ci avrei mai creduto. Sono state scelte che non mi hanno fatto dormire la notte, ma sono state scelte giuste, che ci hanno portato fuori dalla tempesta", ha dichiarato Speranza ripercorrendo i mesi che lo hanno messo a dura prova. 

Poi il Ministro della Salute ha espresso un moderato ottimismo per la situazione italiana, non dimenticando però cosa succede in tutto il resto del mondo.

"Sono ancora molto prudente. Siamo, come Paese, fuori dalla tempesta, ma non siamo ancora in un porto sicuro. A livello mondiale però siamo nel momento più difficile. Tutto questo sarà un ricordo del passato solo quando avremo un vaccino. Dobbiamo continuare ad investire", ha aggiunto. 

A proposito del vaccino, Speranza ha affermato che la fase uno e due del vaccino dell'azienda AstraZeneca ideato dall'università dia Oxford, di cui 60 milioni di dosi verranno prodotte a Pomezia e infialate ad Anagni, ha avuto un primo dato molto incoraggiante.

"Tifiamo perché questo vaccino venga validato e si possa dare finalmente questa risposta”, ha auspicato il ministro, sempre nell'assemblea di Coldiretti, omaggiata con un tweet dedicato all'evento.

 

Tags:
Coronavirus
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook