01:25 28 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 22
Seguici su

E bastato un normale controllo alla Guardia di Finanza per scoprire un importante traffico di alcool di contrabbando in provincia di Foggia. I titolari dell'attività avevano anche droga e pistola.

Da un normale controllo del territorio a Torremaggiore in provincia di Foggia, la Guardia di Finanza è risalita a un importante traffico di alcol di contrabbando che veniva fatto entrare in Italia sotto forma di flaconi di disinfettante.

Le Fiamme Gialle hanno così sequestrato 23mila litri di alcool denaturato e 4mila etichette dei monopoli contraffatte da applicare sulle bottiglie da immettere in commercio.

Tutto è partito da un controllo di routine ad un autocarro con targa polacca da cui alcune persone stavano scaricando pedane con flaconi contenenti un liquido di colore giallo.

Approfondendo il controllo i finanziari si sono resi conto che la documentazione di accompagnamento era fasulla e che le aziende riportate erano inesistenti. Anche le date di trasporto e i luoghi di destinazione erano errati.

Da qui i controlli sono stati estesi all’interno del deposito dove i flaconi venivano stoccati dal personale lì impiegato.

Con sorpresa le Fiamme Gialle hanno scoperto all’interno del capannone un opificio in perfetto stato di funzionamento, con tutte le attrezzature necessarie al trattamento, confezionamento e imballaggio dell’alcool nelle bottiglie.

Secondo i calcoli fatti dai finanzieri i cinque uomini denunciati, di cui uno posto agli arresti, hanno evaso 238 mila euro in mancato versamento dell’accisa dovuta allo Stato sull’alcool.

L’imbottigliamento e l’etichettatura erano perfetti e in grado di ingannare il consumatore finale sulla reale provenienza e qualità del prodotto.

Il volume di affari netto che questa partita avrebbe generato, è stato stimato in 70 mila euro.

Armi e droga

La Guardia di Finanza ha quindi esteso i controlli presso i domicili delle persone sospettate, rinvenendo a casa di uno di questi ben 350 grammi di cocaina, e una pistola marca “taurus” modello 357 magnum completa di 7 proiettili. Le verifiche successive hanno appurato che la pistola era stata rubata nell’ottobre del 2018 ad una guardia giurata.

Sequestrate, infine, 58 carte di credito prepagate.

Il video del sequestro

Correlati:

Dentisti australiani contro multinazionali di zucchero, alcool e tabacco
Rara patologia: negli USA donna fermenta l'alcool nelle urine
Lascia il cane in auto sotto il sole per dedicarsi ad alcool e droga: denunciata 42enne
Tags:
Puglia, Guardia di Finanza
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook