18:45 05 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
205
Seguici su

A causa della carenza di sacerdoti, il Vaticano ha deciso di permettere ai fedeli laici di celebrare battesimi, matrimoni e funerali in via eccezionale.

Nell'Istruzione sulle parrocchie emessa dal Vaticano, viene introdotta la possibilità da parte dei fedeli laici di celebrare, in condizioni eccezionali, i Sacramenti di matrimoni, battesimi e funerali.

"I fedeli laici possono essere istituiti lettori e accoliti (ovvero per il servizio all’altare) in forma stabile, con rito apposito, fermo restando la loro piena comunione con la Chiesa cattolica, una formazione adeguata e una condotta personale e pastorale esemplare. Oltre a questo, in circostanze eccezionali, essi potranno ricevere altri incarichi dal Vescovo, "a suo prudente giudizio": celebrare la Liturgia della Parola e il rito delle esequie, amministrare il Battesimo, assistere al matrimoni, previa licenza della Santa Sede, e predicare in chiesa o in oratorio in caso di necessità. Non potranno comunque in alcun caso tenere l’omelia durante la Messa" si legge su Vatican News.

Sarà quindi possibile per i fedeli laici, partecipanti alla vita della Chiesa cattolica, celebrare alcuni dei riti generalmente operati dai rappresentanti del clero. Questi ultimi tuttavia non potranno in nessun caso tenere l'omelia durante la Messa.

No ai "tariffari" per i Sacramenti, l’offerta rimane libera 

Nella stessa Istruzione il Vaticano precisa anche che per la celebrazione dei sacramenti le offerte devono essere "un atto libero" da parte dell’offerente e non vanno pretese come se fossero una tassa o un’imposta.

"La vita sacramentale non va mercanteggiata e la celebrazione della Messa, così come le altre azioni ministeriali, non può essere soggetta a tariffari, alla contrattazione o al commercio. Piuttosto, si esortano i presbiteri ad offrire un esempio virtuoso nell’uso del denaro, attraverso uno stile di vita sobrio e un’amministrazione trasparente dei beni parrocchiali. In tal modo, si potranno sensibilizzare i fedeli affinché contribuiscano volentieri alle necessità della parrocchia che sono anche 'cosa loro'" afferma l'Istruzione.

Numerose sono le trasformazioni che stanno avvenendo all'interno della Chiesa: secondo la decisione presa dal Vescovo di Sulmona Michele Fusco, per i prossimi tre anni, non saranno presenti le figure di padrino e madrina ai sacramenti di battesimo e confermazione (cresima).

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook