08:49 26 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
223
Seguici su

Dopo i mesi di fermo a causa del lockdown, riprendono anche le proteste dei No Tav contro l'alta velocità Torino-Lione. Momenti di tensione fra manifestanti e polizia.

Si conclude con 22 denunciati la tre giorni di protesta organizzata dal movimento No Tav in Valsusa. Sui sentieri di Giaglione tanti attivisti ambientalisti si sono ritrovati in un corteo per dire no allo sventramento della montagna da cui dovrebbe passare il tunnel ferroviario, e non solo. 

Cartelli e slogan contro i tagli a ospedali e salute pubblica, considerati la causa dell'emergenza sanitaria dei mesi passati, contro la distruzione dei diritti dei lavoratori e dei territori, uno striscione in testa il corteo, con su scritto:"“La vostra ripartenza uccide! No Tav: reddito, salute e servizi”. Durante la manifestazione di sabato pomeriggio, momenti di tensione con la polizia, scontri, lacrimogeni e sassaiole, quando i manifestanti sono giunti davanti alla rete dei cantieri. 

​Ai lacrimogeni, si legge in un comunicato dei No Tav, il corteo ha risposto con lancio di fuochi d'artificio, mentre alcuni attivisti hanno tentato di recidere le reti e abbattere la recinzione.

I momenti di tensione si sono susseguiti per tutto il week end, sia durante il corteo di venerdì che nella notte tra venerdì e sabato, quando un gruppo formato da una trentina di attivisti si è recato, per i sentieri del Gallo Romano, presso i cancelli del cantiere di Chiomonte per recidere la recinzione e penetrare all'interno dell'area. 

Durante l'operazione si sono verificati intensi confronti con le forze dell'ordine, che hanno risposto alle sassaiole e al lancio di petardi con i lacrimogeni, nel tentativo di dissuadere o disperdere gli attivisti. 

​Alla fine della tre giorni, conclusa domenica pomeriggio con un'assemblea, ma che ha visto anche momenti di approfondimento con proiezioni di film, sono stati 22 i manifestanti identificati e denunciati dalla Questura di Torino, alcuni dei quali risultati inottemperanti al Foglio di via Obbligatorio dai Comuni di Chiomonte e Giaglione.

Video

Tags:
Proteste, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook