07:12 15 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
221
Seguici su

La soluzione è stata trovata dalla compagnia di tassisti fiorentini insieme ai ristoratori per riuscire a superare questo momento di crisi: locali e turisti potranno andare a pranzo o a cena in taxi con il viaggio di andata gratuito.

4390 Taxi Firenze e l'associazione Ristoratori Toscana hanno stipulato una convenzione grazie alla quale gli abitanti del capoluogo toscano ed i turisti potranno andare a pranzo o a cena in taxi con il viaggio di andata gratuito. L'iniziativa è partita oggi 18 luglio come tentativo di soluzione ad una condizione di crisi economica causata dal ridotto flusso di turisti, soprattutto stranieri, nella città fiorentina.

"E' un accordo importantissimo, che viene sottoscritto in una fase straordinaria. Abbiamo deciso di rispondere all'accorato appello che i ristoratori ci hanno rivolto, visto il grave momento di crisi che colpisce loro e anche la nostra categoria, che sta lavorando con perdite di fatturato superiori al 70% rispetto al periodo pre-Covid" afferma il presidente del 4390 Taxi Firenze, Luca Tani.

​Come funziona la convenzione?

Utilizzando i taxi del 4390, si potrà andare a pranzo o a cena in uno dei ristoranti associati a Ristoratori Toscana e situati all'interno del territorio comunale ad un prezzo fisso, indipendentemente dai passeggeri, di 10 euro

Esibendo al ristoratore la ricevuta del taxi 4390, il cliente avrà uno sconto di 5 euro sul costo della cena. Se anche per il ritorno il cliente deciderà di prendere un taxi 4390, il tassista applicherà un altro 5 euro di sconto sulla corsa. Di fatto lo sconto totale, tra i 5 euro del ristoratore e i 5 del tassista, sarà di 10 euro.

"Stiamo facendo tutto il possibile per sostenere la nostra categoria. Martedì scorso siamo stati a Roma, davanti a Montecitorio, per un presidio. Andremo avanti con la mobilitazione a tutela dei ristoratori, tenendo anche in forte considerazione l'esigenza di una città che è stata messa in ginocchio dalla pandemia e cercando l'unione di tutte le categorie per fare il bene di Firenze" commenta Pasquale Naccari, presidente associazione Ristoratori Toscana.

Questa notizia arriva in una giornata caratterizzata dalla polemica sui ristoratori causata dalle dichiarazioni del viceministro dell'Economia e delle Finanze Laura Castelli che hanno suscitato numerose reazioni nel mondo politico e produttivo.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook