19:30 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

Vo' si riprende la scena che è sua e ripropone al mondo le eccellenze del territorio come i vini rossi, la ristorazione e il paesaggio da percorrere in bici o compiendo escursioni su e giù per i suoi sentieri.

Vo’ ha voglia di ripartire in grande con tutti i Colli Euganei per scrollarsi di dosso il nuovo coronavirus e il pesante lascito che le prime fasi dell’emergenza le hanno riversato addosso.

Perché Vo’ è vino Docg e Doc come il Serpino, il Fior d’Arancio e i Colli Euganei Rosso.

Il territorio si riprende ciò che è suo e con la campagna “Là Vo’ e bene sto”, riparte promuovendo la tradizionale ‘Festa dell’Uva’ e i ‘Calici di Stelle’.

Il territorio dei Colli Euganei vuole essere riscoperto per ciò che lo ha reso rinomato non solo in Italia, ovvero per la sua ristorazione e per i percorsi naturalistici che offrono escursioni in un territorio bellissimo. I cicloturisti potranno perdersi per ritrovarsi tra le strade asfaltate e sterrare dei Colli Euganei.

Significativo, poi, che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella abbia deciso che inaugurerà da Vo’ l’inizio del prossimo anno scolastico.

Il sindaco di Vo’, Giuliano Martino, nel presentare la campagna promozionale del territorio ha affermato:

“Da questo vogliamo partire per raccontare un territorio meraviglioso, un’incantevole meta dove trascorrere momenti di relax, una località che non è soltanto più che mai Covid-free ma che trasmette a chi la visita l’energia di una popolazione forgiata da un’esperienza per certi versi unica.”

Correlati:

Coronavirus, parla la donna guarita di Vo': "Svegliamoci, ci stiamo facendo del male da soli"
Roberta Garibaldi: il turista mondiale diventa sempre più enogastronomico
Tags:
Veneto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook