08:03 26 Novembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 11
Seguici su

Per Alex Zanardi iniziato il processo di risveglio dal coma farmacologico indotto. La prognosi resta riservata, con parametri stabili. I prossimi giorni saranno cruciali.

Per Alex Zanardi è iniziato il processo di risveglio, i medici poco a poco lo porteranno fuori dalla sedazione assistita resasi necessaria a seguito del gravissimo trauma cranico occorso durante l’impatto con il camion e a seguito dei ben tre interventi chirurgici che si sono resi necessari per salvare la vita all’ex campione della Formula 1 e campione paralimpico della handbike.

In questa fase di risveglio Alex resterà ricoverato nell’unità di terapia intensiva dell’ospedale di Siena, è qui che il campione dovrà ora far capire ai medici quali sono le sue reali condizioni cliniche.

La scelta di condurlo per mano fuori dal “sonno clinico” è stata presa dai medici in accordo con la famiglia, in particolare con la compagna e il figlio che lo seguono e lo sostengono da vicino sin dai primi istanti.

Alex Zanardi fuori dal coma farmacologico

Il processo è molto lento e non avviene in poche ore, i medici hanno pian piano ridotto il farmaco usato per la sedo-analgesia e continuano a ridurre la dose di questo farmaco.

In seguito i medici della equipe che seguono Zanardi dovranno valutare la risposta neurologica, che al momento resta stazionaria ma grave e per questo motivo la prognosi non è stata comunque sciolta.

Ad essere stabili sono invece i parametri cardio-respiratori e metabolici, mentre purtroppo il quadro neurologico resta molto serio.

Qualsiasi altra azione o terapia, o fase di riabilitazione, potrà essere decisa solo dopo aver compreso le condizioni di Alex Zanardi fuori dal coma farmacologico.

Correlati:

Nuovo intervento di neurochirurgia per Alex Zanardi
Zanardi resta sedato, condizioni stabili ma gravi
Alex Zanardi, terzo intervento chirurgico per il campione
Tags:
Sport
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook