13:52 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 1514
Seguici su

Al Senato il leader della Lega si scaglia contro i contenuti del nuovo Dcpm e una sua possibile proroga per tutto il 2020: "Il governo vuole far morire di fame e disperazione chi non è morto di virus?". I tweet che ripercorrono il suo intervento.

Nel suo intervento al Senato, annunciato da un agguerrito tweet, Salvini ha avuto parole dure nei confronti del nuovo Dpcm, che estende le attuali restrizioni fino alla fine di luglio. Il leader della Lega tuona contro la possibilità di una sua proroga fino alla fine dell'anno.

​Il senatore afferma che è una follia che per pochi contagiati, tra cui molti immigrati, gli italiani debbano subire il lockdown fino alla fine dell'anno.

​Pur ricordando i morti per il virus, Salvini paventa dei danni ancora maggiori in seguito alle misure per contenerlo.

​Salvini ha rincarato la dose, affermando che gli italiani così non possono riuscire a pagare le tasse. Si è rivolto provocatoriamente apostrofando il Presidente del Consiglio e il Capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle.

​A nome degli italiani e dei loro desideri, ha quindi chiesto la fine di ogni restrizione.

​Infine, il leader del Carroccio si è fatto ulteriormente portatore della volontà popolare.

​Il nuovo Dpcm proroga le misure di emergenza fino al 31 luglio. Prevede: uso della mascherina nei luoghi chiusi, obbligo di rispettare i protocolli di sicurezza sul lavoro, divieto di assembramento, sanzioni penali per chi viola l’obbligo di quarantena e divieto di ingresso in Italia per chi giunge da paesi extra-Schengen ad alto livello di contagio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook