13:10 05 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
0 0 0
Seguici su

In 90 giorni i carabinieri hanno sequestrato sui monti Lattari, situati in Campania, più di 2mila piante di cannabis, che avrebbero arricchito la criminalità organizzata di circa 5 milioni di euro.

I carabinieri di Castellammare di Stabia, col supporto del 7° Nucleo Elicotteristi di Pontecagnano, hanno scoperto una piantagione di cannabis clandestina mimetizzata nella vegetazione in località Monte Megano, nel versante montuoso che circonda la cittadina di Gragnano. In questa operazione sono stati scovati 500 fusti, che avrebbero fruttato ai trafficanti locali oltre 1 milione di euro una volta immessi hashish e marijuana nel mercato.

Nell'ultimo mese e mezzo i militari hanno scoperto oltre 2mila piante di cannabis, coltivate nelle zone più esposta al sole dei Monti Lattari, nell'entroterra napoletano. Il valore commerciale complessivo delle infiorescenze rinvenute dalle forze dell'ordine supera i 5 milioni di euro.

La zona dei Monti Lattari, soprannominata non a caso la Giamaica del Sud, dal momento che ha un clima favorevole che velocizza la crescita della canapa indiana, è in grado di rifornire gran parte del "mercato interno" di marijuana e hashish. I narcos nostrani sfruttano le caratteristiche del territorio, scegliendo per le loro piantagioni zone impervie, difficili da raggiungere coi mezzi convenzionali, complicando così il lavoro delle forze dell'ordine.

Tags:
carabinieri, Campania, Italia, Marijuana
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook