19:34 13 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 31
Seguici su

Le strutture alberghiere quest'anno verranno superate dagli agriturismi, considerati come la vacanza "cult" dell'estate 2020 poiché lontani dalla città, in piena campagna i visitatori sono circondati da natura e buon cibo in completa sicurezza, vista l'organizzazione delle strutture in appartamenti.

Un'analisi di Coldiretti mostra come l'Italia rappresenti il leader mondiale nel turismo rurale con 24mila strutture agrituristiche diffuse lungo tutta la Penisola e quest'anno saranno la vacanza più ambita in quanto garantiscono dei livelli di sicurezza e privacy superiori agli alberghi.

"Gli agriturismi spesso situati in zone isolate della campagna in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e con ampi spazi all’aperto, sono forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche" spiega Coldiretti.

Dal pranzo sul plaid con i piedi sull’erba, all’agri-aperitivo a bordo piscina o tra i filari fino all’agripilates,  queste sono alcune delle diverse proposte per l’estate 2020 segnata dall’emergenza coronavirus che spinge verso il turismo di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città.

L'agriturismo come scelta sicura

"A far scegliere l’agriturismo nell’estate del covid è certamente l’opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di stare all’aria aperta avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti. Se la cucina è una delle ragioni principali per scegliere l’agriturismo, sono sempre più diffusi programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking, ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici" continua Coldiretti.

Iniziative in numerosi agriturismi per offrire esperienze non solo gastronomiche

In Puglia le alternative più gettonate sono gli agriturismi vicino al mare o immersi nel fresco della campagna che garantiscono distanze di sicurezza in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto.

"La ripresa è progressiva sia della ristorazione che degli alloggi in agriturismo. Agriturismi e fattorie situati sono forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza fuori dalle mura domestiche. Dall'agri-campeggio all'agri-relax, dalla semplicità dell'accoglienza rurale ai buffet con i prodotti dell'orto, alle passeggiate ritempranti nella natura, sono alla base del gradimento in crescita dei turisti rispetto al paesaggio e all’enogastronomia" commenta Filippo De Miccolis Angelini, presidente di Terranostra Puglia.

Molte aziende agrituristiche si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali di Campagna Amica.

Nonostante il boom di prenotazioni verso agriturismi o case vacanze, secondo i dati registrati nel mese di giugno da Federalberghi e Coldiretti, il calo nelle presenze di turisti in Italia è sceso dell'80%, con 10 milioni di turisti in meno che hanno deciso di visitare il Paese. Le previsioni per luglio sembrano essere ancora peggiori, con una perdita nelle entrate che si riflette anche nel numero si posti di lavoro a rischio.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook