03:33 26 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
2142
Seguici su

Il gatto Pupi giunto dalla Tunisia a bordo di un barcone il 1° luglio, dovrà ora vivere la sua lunga quarantena sull'isola di Lampedusa.

Ha dell’incredibile ma è vera la storia del gattino Pupi giunto in Italia a bordo di un barcone carico di immigrati clandestini in cerca di un futuro diverso.

L’imbarcazione è quella arrivata a Lampedusa il primo luglio scorso e dopo lo sbarco ha trascorso alcuni giorni presso il centro di accoglienza dell’isola insieme al tunisino che lo aveva portato con lui per fargli compagnia.

Ma anche Pupi doveva vivere la sua quarantena e così il servizio veterinario dell’isola lo ha preso in gestione come da protocollo.

Precisiamo, il gattino non doveva fare la quarantena per Covid-19 ma per eventuali altre malattie del mondo animale.

Il gattino, maschio e di circa 6 mesi di età, è in buona salute ma trascorrerà i prossimi 6 mesi in isolamento a casa di una volontaria dell’isola di Lampedusa perché proviene da una zona a rischio epizoologico.

Anche i gatti hanno i loro lockdown da vivere.

Correlati:

Pappagallo preso a sassate e gatto arrostito, Salvini vuole pene dure contro "atrocità"
Arezzo, ‘tamponi’ su pipistrelli e gatti dopo il caso di Lyssavirus
Una donna muore in Australia dopo essere stata leccata dal suo gatto
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook