02:54 26 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
121
Seguici su

Boss della mafia catanese scrive al presidente della Repubblica Sergio Mattarella chiedendo la grazia di essere fucilato nel cortile del carcere. Sono 24 anni che muoio tutti i giorni.

Il boss della mafia catanese Salvatore Cappello, condannato all’ergastolo con l’aggravante dell’associazione mafiosa sconta il carcere duro al 41 bis da 24 anni.

Ora ha scritto una lettera al presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella in cui chiede la grazia di essere fucilato, perché, scrive:

“dopo 24 anni, non voglio più morire tutti i giorni, voglio morire una sola volta perché non basta che tu stia scontando l'ergastolo, non basta che lo sconti pure con la tortura del 41 bis, c'è anche la cattiveria”.

Per quanto riguarda la modalità, il boss della mafia scrive come eseguirla:

“chiedo che venga eseguita tramite fucilazione nel cortile dell'istituto, così la facciamo finita”.

La polemica sulle diseguaglianze della giustizia italiana

Nello scrivere al presidente Mattarella il boss non fa mancare la polemica per le diseguaglianze presenti nella giustizia italiana:

“Tu hai preso 30 anni (senza uccidere nessuno) per estorsione ed associazione? Con l'art. 41 bis li sconti tutti senza benefici; ma se tu hai ucciso un bambino, lo hai violentato, sconti 20 anni e niente 41 bis, niente restrizioni. Questo è lo Stato italiano! Che so, rubi un tonno per fame? Sconti dai 3 ai 5 anni; poi c'è chi ruba milioni di euro, quelli vanno a Rebibbia in attesa dei domiciliari! E sono peggio dei mafiosi perché loro hanno giurato fedeltà allo Stato".

E concludendo la lettera rivolta a Mattarella scrive:

“Signor Presidente, sono 23 anni che non ho una carezza dei miei genitori, che non abbraccio i miei figli, che non tocco la mano di mia moglie, perciò mi chiedo 'è questa la vita che devo fare fino alla morte'? E allora facciamola finita subito.”

Correlati:

Francia, François Fillon è stato condannato a cinque anni di carcere
Zaia: “Se un positivo va in giro c’è il carcere e l’arresto, si sappia”
Mondo di Mezzo, revocato il regime 41 bis a Massimo Carminati
Tags:
carcere a vita, Carcere, incarceramento
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook