20:12 13 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (104)
225
Seguici su

Secondo quanto affermato dal viceministro della salute Pierpaolo Sileri "chi violerà la quarantena sarà punito" in riferimento al recente caso in Veneto.

Il viceministro della salute Pierpaolo Sileri, ospite al programma Agorà Estate su Rai3 ha commentato quello che è avvenuto in Veneto, dove un imprenditore  è rientrato in Italia con i sintomi del Covid-19 non rispettando le misure di quarantena.

"Chi è in quarantena deve rimanere in quarantena. Se si esce si viene puniti. Quello accaduto in Veneto è un caso isolato", ha affermatoi Sileri su Rai3. 

"Me ne infischio dei like, delle votazioni e delle regionali. Mi interessa dire: tra 10 anni, quando sarò di nuovo a fare il medico e il paziente verrà da me, troverò qualcosa di migliore? Mio figlio che avrà dieci anni avrà qualcosa di migliore? Del resto non mi importa", ha dichiarato Sileri parlando del caso di Salvatore Ingiulla, medico deceduto a causa del Covid-19. In tutto sono 172 i medici deceduti dall'inizio dell'epidemia di coronavirus.

Per quanto riguarda il calo delle vendite di mascherine Sileri ha affermato di essere preoccupato in quanto si potrebbe pensare erroneamente che il virus non ci sia più in giro, cosa non vera, a detta sua. 

Il nuovo focolaio in Veneto

Il nuovi contagi nella regione si sono diffusi in seguito al viaggio di un dirigente della Laserjet srl di Pojana Maggiore,  nel vicentino, che assieme a tre dipendenti si è recato in macchina in Serbia per lavoro.

Il 25 giugno il dirigente è rientrato nel vicentino, dove sabato 27 ha preso parte a un funerale e poi a una cena di compleanno in una cantina privata, assieme a un centinaio di invitati. Il giorno dopo l'uomo ha iniziato ad accusare i sintomi da Covid e si è recato in pronto soccorso, dove gli è stato effettuato il tampone naso-faringeo. Per via dei problemi respiratori il personale sanitario gli ha offerto il ricovero, ma il manager ha rifiutato ed è tornato a casa, dove però non avrebbe rispettato l'isolamento fiduciario. 

Il dirigente ha continuato ad svolgere la sua attività lavorativa e ad avere contatti, nonostante le richieste delle autorità sanitarie e del sindaco del suo paese, finché il primo luglio le sue condizioni non si sono aggravate, rendendo necessario il ricovero in terapia intensiva. 

Tema:
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (104)

Correlati:

Sileri sulla app Immuni poco scaricata: 'È una difesa per tutti'
Minacce a Sileri, viceministro sotto scorta e Di Maio alza gli scudi
Coronavirus, Sileri: "La situazione migliora e seconda ondata non sembra esserci"
Tags:
Ministero della Salute, Salute
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook