18:56 13 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
4616
Seguici su

Nella notte a Roma è morto il musicista e compositore Ennio Morricone.

Il premio Oscar Ennio Morricone è deceduto nella notte in una clinica a Roma. Celebre musicista e compositore italiano, autore delle colonne sonore del cinema mondiale come, Mission, C'era una volta in America, Per un pugno di dollari, Malena e Nuovo Cinema Paradiso. 

Morricone aveva 91 anni e qualche giorno fa si era rotto il femore.

La famiglia, attraverso l'amico e legale Giorgio Assumma, ha annunciato che i funerali si terranno in forma privata per "rispetto del senso di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza". Secondo la dichiarazione ufficiale Ennio Morricone è deceduto all'alba del 6 luglio a Roma.

Inoltre l'avvocato ha aggiunto che Morricone "ha conservato piena lucidità fino all'ultimo". Ha ringraziato la moglie e i figli per l'amore e la cura che gli hanno donato e ha dedicato un commosso ricordo al suo pubblico "dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto la forza della propria creatività".

Morricone guadagnò grande fama grazie al sodalizio artistico con Sergio Leone, ed è proseguita con grandi collaborazioni: da Carpenter a Bertolucci. Morricone ha vinto due premi Oscar, uno nel 2007 e uno nel 2016.

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ha comunicato su Twitter che Morricone non sarà dimenticato mai.

​Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha rilasciato una dichiarazione riguardo la scomparsa del compositore.

"La scomparsa di Ennio Morricone ci priva di un artista insigne e geniale. Musicista insieme raffinato e popolare, ha lasciato un’impronta profonda nella storia musicale del secondo Novecento. Attraverso le sue colonne sonore ha contribuito grandemente a diffondere e rafforzare il prestigio dell’Italia nel mondo. Desidero far giungere alla famiglia del Maestro il mio profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza", si legge nella dichiarazione. 
Tags:
Roma
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook