20:00 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
3110
Seguici su

Identificato l'orso responsabile dell'aggressione del 22 giugno: è un'esemplare femmina, probabilmente accompagnata dai cuccioli. Il presidente della provincia è deciso per l'abbattimento, dopo la cattura.

Si chiama Jj4, è un esemplare femmina di circa 14 anni. A risalire all'identikit dell'orso che il 22 giugno si è reso responsabile dell'aggressione di due cacciatori sul Monte Peller, è stata l'unità di ricerca di genetica e conservazione della Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige. Il presidente della provincia di Trento, Maurizio Fugatti, ha annunciato che dopo la cattura firmerà un'ordinanza per l'abbattimento. 

I due uomini, padre e figlio di 58 e 28 anni, erano stati assaltati dall'orsa durante una battuta di caccia. Il 58enne, per andare in soccorso del figlio, buttato a terra dal plantigrado, ha riportato delle fratture a una gamba. L'orsa sarebbe fuggita, ma la forestale non esclude che il suo comportamento sia motivato dalla presenza di cuccioli da difendere. 

L'assessore Giulia Zanotelli ha spiegato che l'identificazione è stata eseguita grazie alle tracce di Dna trovate sull'abbigliamento delle vittime dell'aggressione. 

Le operazioni di ricerca del plantigrado sono già iniziate. Fugatti ha precisato che, una volta intercettata, l'orsa sarà abbattuta con le stesse procedure utilizzate nel caso di kJ2, nel 2017, sottolineando che la numerosa presenza di esemplari costituirse un problema da risolvere con una selezione. 

"La gestione degli orsi sul nostro territorio inizia ad essere difficoltosa per il numero di esemplari presenti. - ha affermato. Abbiamo già informato della cosa il ministro dell'ambiente Sergio Costa".

Oipa ed Enpa hanno presentato una diffida al presidente della provincia di Trento ed alla procura, mentre sulla vicenda si è espresso il leader del movimento Azione, Carlo Calenda, che ha definito un'"idiozia" l'abbattimento del plantigrado. 

"L’idiozia di abbattere un bellissimo animale perché si è comportato come tale. Una roba incivile", ha twittato Calenda. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook