23:48 12 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
203
Seguici su

La struttura, nella cittadina di Volpiano, era stata interamente pulita e sanificata dopo la chiusura per l'epidemia da nuovo coronavirus.

La scuola primaria Guglielemo da Volpiano, a Volpiane nel torinese, è stata oggetto di un'incursione ad opera di ignoti. I vandali si sono introdotti nell'edificio nella notte tra giovedì e venerdì, con l'intenzione di distruggere.

Non sarebbe stato rubato nulla, ma le pareti, armadi, banchi, lavagne interattive di cinque aule sono state sfregiate da vernice e schiuma da barba. Nel resto dei locali sono state prese di mira le porte, materiale di apprendimento, e sono stati tirati oggetti per terra. 

L'episodio, avvenuto durante una crisi senza precedenti che soprattutto la scuola e gli studenti hanno subito e che ancora appare lontana dall'essere definitivamente risolta, ha destato l'amarezza delle istituzioni e della comunità di Volpiano.

Il sindaco Emanuele De Zuanne, ha definito inaccettabile l'accaduto. 

"Queste non son ragazzate, ma atti contro i cittadini di Volpiano", riferisce la stampa locale. "A maggior ragione perché abbiamo appena vissuto momenti drammatici per l’emergenza coronavirus e c’è stato un grande impegno per riuscire a organizzare i centri estivi in questa difficile situazione", ha ricordato il sindaco. 

"Stiamo passando giorno e notte pensando a come far rientrare i bambini a scuola a settembre - ha detto la dirigente scolastica Stefania Prazzoli - e adesso dobbiamo aggiungere la preoccupazione di una scuola danneggiata; l’edificio era stato interamente sanificato, bisogna rifare le pulizie, eseguire i lavori e non sappiamo neppure se le lavagne interattive potranno essere utilizzate".

"È un fatto vergognoso e credo che la comunità debba reagire indignata", ha concluso.
Tags:
Scuola, Torino, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook