00:55 24 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
0 60
Seguici su

Il leader della Lega Matteo Salvini oggi ha visitato un deposito Atac di Roma dove sono frequenti gli episodi di vandalismi sui mezzi, ad opera di nomadi del vicino campo rom.

Dopo la visita l’ex ministro degli Interni ha rilasciato alcune dichiarazioni sulle circostanze di lavoro di autisti, nonchè sui campi rom.

"Non è possibile che ci siano dei lavoratori costretti a una convivenza complicata e preoccupante con dei vicini di casa un pò turbolenti", esclama Matteo Salvini, aggiungendo che questo problema sarà "uno dei compiti del prossimo sindaco". Intanto, ha dichiarato che chiederà al sindaco di Roma Virginia Raggi di intervenire.

Salvini ha affermato che ce ne saranno diversi ancora campi rom che visiterà e che spera di "chiuderli tutti con il lucchetto". Secondo il capo del Carroccio, occorre verificare il rispetto delle regole e come esempio cita la frequenza scolastica dei bambini.

“Chi ha la frequenza scolastica va bene, chi non ce l'ha allora via la patria potestà", ha aggiunto.

Il leader della Lega ha sollevato il progetto di censimento dei campi rom. "Si può chiamare come si vuole, anagrafe, riconoscimento, ma resta una cosa da fare, che si sta facendo in altre parti", ha detto.
Il censimento dei campi rom

L'idea di operare un censimento della popolazione domiciliata nei campi rom è un "cavallo di battaglia" di Matteo Salvini. Un anno fa, da titolare del Viminale, Salvini inviò a tutti i prefetti una circolare con l'obiettivo di avere un quadro delle presenze nei campi abusivi o regolari di rom, sinti e caminanti e procedere a chiusure, sgomberi, allontanamento e ripristino della legalità.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook