10:20 24 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (113)
0 05
Seguici su

Da oggi le famiglie potranno chiedere una bonus sino a 500 euro da spendere in strutture ricettive sul territorio italiano, sino al 31 dicembre 2020.

Parte oggi il bonus vacanze, un provvedimento da 2,4 miliardi inserito nel decreto Rilancio, per stimolare la domanda di servizi turistici e rilanciare il settore, in difficoltà dopo l'emergenza coronavirus.

La misura è destinata alle famiglie con Isee sino a 40.000 euro, che dal primo luglio sino al 31 dicembre 2020, potranno richiedere un bonus da spendere in alberghi, b&b, villaggi turistici, agriturismi sul territorio italiano. Per i nuclei familiari di almeno tre persone è destinato un importo di 500 euro, che si riduce a 300 per due persone e 150 euro per una persona. 

L'importo sarà erogato per l'80% come sconto immediato sul servizio e il 20% come detrazione in sede di dichiarazione fiscale. La richiesta può essere inoltrata esclusivamente per via telematica, attraverso l'app per i servizi pubblici IO, a cui si accede con Carta d'Identità digitale o Spid. 

Il provvedimento non convince le organizzazioni di categoria del settore, che si sono mostrate scettiche. 

I dubbi del settore turistico

"Il bonus vacanze? Ad oggi sembra essere un'occasione persa: l'importo - dice Corrado Luca Bianca, direttore di Assoturismo e Assohotel Confesercenti - è ridotto, è difficile accedervi specialmente per chi non è molto esperto di nuove tecnologie e genera incertezze per le imprese. Secondo un sondaggio che abbiamo condotto con Swg, a metà giugno solo 2 vacanzieri su 10 erano interessati ad usarlo".

"Tutti avevamo chiesto un provvedimento diverso, più ampio - sottolinea Alberto Corti di Confturismo Confcommercio -  più slegato dalle fasce di reddito. Ma oggi siamo nel mezzo della stagione e abbiamo uno strumento che neanche a noi fa impazzire, a dire la verità, ma dobbiamo sfruttarlo al meglio, non dobbiamo buttarlo a mare e dobbiamo cercare di promuoverlo al meglio. A fine stagione poi faremo i calcoli. Non più sulle nostre opinioni ma su quanto effettivamente è stato utilizzato".

"Rimaniamo tiepidi sulla misura perché, per quanto capiamo che l'intenzione era di aiutare comparto, di fatto ci rendiamo conto che sarà una misura difficile da usare, perché non ne è reso agevole l'utilizzo. - spiega il presidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli -Inoltre per le aziende non sarà facilissimo, perché significa andare a riprendere questo 80% da qualche parte, un'altra indagine farraginosa per le aziende in un momento già complicato".

Scontento anche Codacons: "Il bonus vacanze non aiuterà né il turismo, né le famiglie, e non contribuirà a ridurre la spesa degli italiani che decideranno di andare in villeggiatura questa estate. La procedura per accedere al bonus è un rompicapo che scoraggerà molti cittadini".

Tema:
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (113)
Tags:
Turismo, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook