21:33 21 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (113)
0 0 0
Seguici su

La Valle dei Templi di Agrigento riceve la certificazione ufficiale Covid-19 free. Visitare il parco archeologico tra i più famosi d'Italia è più che sicuro.

La Valle dei Templi è Covid-free e a dirlo è una certificazione che il parco archeologico riceverà grazie all’insieme delle misure anti-contagio messe in campo che ne fanno un sistema ben congegnato, capace di tutelare la salute dei visitatori e garantire loro una visita rilassata.

E i risultati si sono visti, perché a giugno i visitatori sono stati 8mila fino al 25 giugno scrive l’Ansa e 3.522 dall’8 giugno in poi.

I sito migliora i suoi numeri di presenza, anche se i 3mila visitatori al giorno che si registravano di questi tempi nel 2019 non ci sono per ora: siamo tutti in attesa dei turisti stranieri.

Ed ora i turisti, anche quelli più reticenti, hanno un motivo in più per fare visita ai templi greci di Agrigento grazie all’area certificata Covid-19 free.

In generale è tutta la Sicilia ad avere avuto una bassa percentuale di contagi. Alcune settimane fa la provincia di Trapani aveva fatto registrare 28 giorni senza nuovi contagi. In tutta la regione si è verificato un solo nuovo caso positivo in 24 ore e gli attuali positivi sono in totale soltanto 130.

Visitare la Valle dei Templi Covid-free

L’invito del direttore del parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento è a visitare un pezzo di storia millenaria, un patrimonio Unesco invidiato da tutto il mondo.

Ed ora con la certificazione ufficiale che non vi è traccia del nuovo coronavirus tra le sue mura e spazi un tempo solcati dai greci che fondarono sull’isola le prime colonie.

Tema:
Coronavirus in Italia: riaprono i confini con l'Ue (113)

Correlati:

Muore di Malaria ‘non diagnosticata’ una insegnate e giornalista di Agrigento
Agrigento, caso di tubercolosi al carcere "Petrusa": rischio contagio
Agrigento, coltivavano marijuana e meloni in una serra: denunciati padre e figlio
Tags:
Coronavirus, Sicilia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook