03:26 30 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
456
Seguici su

In seguito alle tensioni delle scorse ore tra la polizia e alcuni inquilini bulgari, che hanno tentato di lasciare la zona rossa, alcuni abitanti di Mondragone sono accorsi ai varchi per rafforzare il presidio.

Momenti di tensioni fra i residenti bulgari dei Palazzi Ex Cirio, dal 22 giugno zona rossa per focolaio covid, e alcuni abitanti di Modragone, accorsi ai varchi dopo la tentata fuga degli stranieri dalla zona off limits. 

Gli scontri sarebbero iniziati, secondo quanto riferisce la stampa locale, quando uno straniero ha scagliato una sedia dalla finestra di uno dei palazzi occupati contro i manifestanti disposti in presidio. Gli italiani hanno risposto con una sassaiola e sfondando i finestrini delle auto dei bulgari, parcheggiate nelle vicinanze.

Tra la popolazione della cittadina casertana si è diffusa la preoccupazione alla notizia di alcuni inquilini positivi di cui non ci sarebbe più traccia nel complesso popolare. 

Gli inquilini dei palazzi Ex Cirio sono sottoposti a misure di obbligo di quarantena sino al 30 giugno. 

Salvini attacca De Luca

Il governatore della Campania ha chiesto al Viminale di inviare un contingente dell'esercito per rinforzare i varchi della zona rossa. De Luca si è recato poi a Mondragone per un incontro con l'arma dei carabinieri.

Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che era stato bersagliato nei giorni scorsi dalle critiche del governatore della Campania, ha pubblicato sui suoi profili social le immagini degli scontri a Mondragone, definendo il governatore regionale campano un "chiaccherone".

Tags:
Coronavirus, Campania, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook