02:08 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
3011
Seguici su

Continuano senza sosta gli sbarchi autonomi sulla più grande delle isole Pelagie, nel cuore del Mediterraneo. Sono oltre 250 i migranti soccorsi da ieri e trasportati nell'hotspot di Contrada Imbriacola.

Arrivano a raffica i barchini a Lampedusa, almeno otto da ieri, che tengono impegnata la Capitaneria di Porto in operazioni di soccorso da 48 ore continuate. 

L'ultimo sbarco autonomo è stato intercettato questa mattina dalla guardia costiera, davanti alla costa di Lampedusa. Un barcone con 50 migranti a bordo, che si aggiungono ai 204 arrivati durante la notte, in altri 7 sbarchi. 

Di questi, 117 raggiungeranno Porto Empedocle, mentre gli altri sono già stati trasportati nell'hotspot di Contrada Imbriacola. I migranti provengono per lo più da Tunisia, Algeria, Bangladesh e Sudan, sono per lo più uomini e alcune donne. 

Intanto, la ong Sos Mediterranee, fa sapere che la sua nave Ocean Viking ha soccorso un barcone in difficoltà nella zona Sar italo-maltese. A bordo ci sarebbero 51 passeggeri tra cui una donna incinta. 

​Un'altra nave umanitaria, la Mare Jonio di Mediterranea Saving Humans, ha lasciato ieri il porto di Pozzallo, dove si trovava da domenica, per riprendere la sua attività di salvataggio. 

"La nostra nave, la Mare Jonio, è salpata la notte scorsa dal porto di Pozzallo e si sta già dirigendo verso la zona di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale. Dopo avere soccorso venerdì 19, rispondendo a un Mayday lanciato via radio, 67 persone lasciate alla deriva e che avevano già perso ogni speranza di sopravvivere, e averle sbarcate nel porto sicuro di Pozzallo", scrive la ong in una nota su Facebook.

"La pandemia non ferma chi fugge dalle torture - prosegue il comunicato - e per la pandemia non è possibile sottrarsi al dovere di soccorrere. Finché non si apriranno corridoi umanitari per donne, bambini e uomini che oggi sono seviziati in massa nei campi libici, i trafficanti continueranno a lucrare, le persone continueranno a rischiare la vita e noi non potremo fermarci".

Nelle scorse ore, 28 migranti soccorsi dalla Sea Watch e sbarcati a Porto Empedocle, sono stati trovati positivi al nuovo coronavirus. Uno di loro è stato trasferito al reparto malattie infettive dell'ospedale di Caltanissetta. 

Tags:
Migranti, Lampedusa, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook