07:44 23 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
361
Seguici su

Crollano le presenze di turisti dall'estero mentre gli italiani preferiranno trascorrere le vacanze non troppo lontano da casa, a mare o alla riscoperta dei borghi medievali.

Sono 34 milioni gli italiani che non rinunceranno alle vacanze estive, il 13% in meno rispetto alla stagione 2019. Il 93% ha optato per delle vacanze "patriottiche", da trascorrere in Italia. E se la spiaggia resta la meta preferita dei vacanzieri, cresce il turismo alla riscoperta dei borghi e nelle campagne, per quanti rifuggono il turismo di massa puntando a una villeggiatura all'insegna del relax. 

Lo rende noto un'indagine di Coldiretti/Ixé, da cui emerge che, nonostante l'alleggerimento delle restrizioni, la tendenza degli italiani per quest'anno sarà quella di non allontanarsi troppo da casa. Un italiano su 4 ha scelto una destinazione all'interno della propria regione, optando per una casa proprietà di famiglia o di amici o per case vacanza in affitto. 

Una scelta che graverà ulteriormente su strutture di ricezione, quali hotel e agriturismi, già colpiti dal crollo dei flussi turistici in entrata dall'estero, ridotti del 55% nel 2020 a causa del coronavirus, secondo le stime di Enit, l'Agenzia Nazionale del Turismo. 

Enit prevede un buco di 23 miliardi dal dimezzamento delle presenze di turisti non italiani. A pagare di più saranno le città d'arte, come Venezia e Firenze che ha già stimato 900 mila pernottamenti in meno rispetto al 2019. 

Le vacanze degli italiani, infine, saranno concentrate nei mesi di luglio e agosto, mentre risultano dimezzate (-54%) le partenze per il mese di giugno, a causa dell'incertezza pandemia. 

Tags:
Coldiretti, Turismo, vacanze, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook