19:27 12 Luglio 2020
Italia
URL abbreviato
4615
Seguici su

I migranti erano stati trasbordati sulla nave quarantena Moby Zazà, nella rada della città siciliana di Porto Empedocle, dopo un tampone positivo su un caso sospetto.

Sono 28 i migranti risultati positivi al test per il coronavirus, in quarantena da domenica sulla Moby Zazà, dopo esser stati riscattati dalle acque dalla nave Sea Watch. Lo ha comunicato in un post di Facebook il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci. 

"Ventotto migranti positivi al Covid-19. Sono sulla nave in rada a Porto Empedocle, soluzione che con caparbietà abbiamo preteso il 12 aprile scorso dal governo centrale per evitare che si sviluppassero focolai sul territorio dell’Isola, senza poterli circoscrivere e controllare. Oggi si capisce meglio quella nostra richiesta", ha scritto il presidente.

I 209 passeggeri della nave umanitaria sono stati sottoposti a tampone martedì mattina, dopo il ricovero di un migrante originario del Camerun al Sant'Elia di Caltanissetta, risultato poi positivo al nuovo coronavirus. L'uomo era stato inizialmente portato in malattie infettive per sospetta tubercolosi. 

"Nelle prossime ore andranno adottati provvedimenti sanitari importanti al principio della precauzione. - ha proseguito il Musumeci - Voglio sperare che a nessuno venga in mente di non coinvolgere la Regione nelle scelte che dovranno essere assunte". "E chi ha vaneggiato accusandoci quasi di razzismo, oggi si renderà conto che avevamo ragione", ha  sottolineato.

 La Sea Watch è giunta al largo di Porto Empedocle domenica 21 giugno. L'equipaggio è stato posto in isolamento e i migranti sono stati sottoposti a misure di quarantena sulla Moby Zazà, ormeggiata nella rada del porto girgentino. 

Tags:
Migranti, Coronavirus, Sicilia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook