20:52 02 Dicembre 2020
Italia
URL abbreviato
240
Seguici su

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci passeggiano sul viadotto sorto dove c’era il ponte Morandi. Toti, visibilmente emozionato, parla di “momento storico”.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e il sindaco di Genova Marco Bucci, commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Morandi, hanno fatto una passeggiata insieme sul viadotto edificato dove sorgeva in precedenza il ponte crollato due anni fa.

Toti, visibilmente emozionato, ha espresso tutta la sua commozione per la camminata definita "storica", affermando di aver pensato alle vittime dell'incidente nel compierne i primi 43 passi, tanti quante le persone che vi hanno perso la vita. 

​Il presidente della Regione Liguria definisce il nuovo ponte "simbolo di lavoro, tenacia e coraggio", affermando che anche in Italia le cose si possono realizzare se lo si vuole veramente. Sul suo account Twitter anche un post che contiene un video della  simbolica passeggiata.

​Anche Bucci ha espresso la sua soddisfazione per il nuovo ponte, che favorisce una mobilità degna di una città che come Genova vuole essere protagonista, unendosi al cordoglio e alla commemorazione delle vittime, mandando un messaggio di solidarietà alle loro famiglie.

Nonostante la soddisfazione, Toti si è sfogato con diversi tweet polemici nei confronti dell'attuale governo, della società Autostrade, dell'attuale Ministero per le Infrastrutture e anche di Danilo Toninelli, che ricopriva questa carica durante il crollo del ponte Morandi. Tutto in contrapposizione al "modello Genova", grazie al quale il ponte è stato ricostruito in tempi rapidi nonostante il maltempo e l'emergenza Covid.

​Toti ha richiesto una maggiore autonomia regionale nella gestione della rete stradale della Liguria, sempre in polemica con Roma. 

​Strali lanciati appunto anche contro Danilo Toninelli, il cui progetto di riqualificazione dell'area del ponte come luogo in cui "poter mangiare e giocare" è oggetto di sarcasmo ma anche di una netta presa di posizione.

Il ponte Morandi era crollato il 14 agosto 2018 alle 11:36. La sezione che sovrastava la zona fluviale di Sampierdarena aveva ceduto con il pilone 9, causando 43 vittime tra le persone in transito e gli operatori ecologici al lavoro nelle vicinanze. Il crollo del ponte aveva anche determinato il blocco del raccordo tra la A7 e la A10.

Conseguentemente all'incidente sono state evacuate 566 persone, successivamente rilocate in alloggi temporanei.

Il 18 agosto sono stati celebrati i funerali di stato per alcune vittime e il giorno è stato decretato di lutto nazionale. 

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook