18:28 28 Settembre 2020
Italia
URL abbreviato
2212
Seguici su

Domani partiranno gli Stati Generali dell'economia italiana fatta di tanto lavoro e poco ristoro, il premier Conte ha messo tutti a dieta: solo acqua, caffè e qualche stuzzichino.

Agli Stati Generali dell’economia italiana voluti dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte non si potrà mangiare, solo bere caffè, acqua e qualche stuzzichino.

Niente pranzi, no cene di gala, insomma saranno degli Stati generali di solo lavoro e niente cibo.

Il catering sarà leggero, sobrio come forse mai prima d’ora. I piattini mini per non invogliare a fare il bis.

La decisione non è stata presa per parsimonia in un momento delicato per l’economia italiana e per i conti pubblici il cui deficit è schizzato a record di debito pubblico storici, ma per via delle restrizioni sanitarie.

Non si possono fare assembramenti intorno al buffet e organizzare una cena di gala con il plexiglass che separa Conte dal presidente del Parlamento europeo David Sassoli che parteciperà con Paolo Gentiloni agli Stati generali, non sarebbe stato poi il massimo della carineria istituzionale.

Villa Pamphili al termine non avrà mai visto una riunione di autorità così sobria e attenta alla linea in tutta la sua storia. Forse per questo motivo l'evento entrerà nei libri di storia?

Si parte domani con gli Stati generali

Partiranno domani sabato 13 giugno gli Stati generali dell'economia italiana, in cui si ritroverà rappresentata quasi tutta Italia attraverso i partiti della maggioranza di Governo, delle parti sociali, dei sindacati.

Mancherà il centrodestra che ha rifiutato l'invito, ma Conte li inviterà ancora una volta a partecipare. Silvio Berlusconi avrebbe in realtà voluto partecipare, ma Giorgia Meloni ha detto no e alla fine la sua linea è passata.

Obiettivo degli Stati generali è raccogliere idee e progetti per il rilancio dell'Italia nel post pandemia.

Conte ha detto che ci sono sul tavolo 120 miliardi di euro da spartire. Alle parti sociali avanzare le rispettive idee per usare al meglio i fondi disponibili.

Per quanto riguarda Conte, lui pensa al potenziamento dell'Alta velocità un po' in tutta Italia. Da Roma a Genova a Pescara, Ancona. E poi vorrebbe l'Alta velocità Taranto-Reggio Calabria e il potenziamento della rete ferroviaria in Sicilia.

Correlati:

Fase 3, Renzi favorevole agli Stati Generali: "Possono dare una mano"
Fase 3, verso il via ai lavori degli Stati Generali dell'economia
Stati Generali dell’economia. Cosa ne dice la Costituzione?
Tags:
Giuseppe Conte
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook