07:41 28 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
303
Seguici su

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è espresso sul caso Regeni durante un'interrogazione alla Camera, ribadendo la richiesta da parte dell'Italia di progressi significativi nelle indagini.

"Resta ferma la nostra incessante richiesta di progressi significativi nelle indagini sul caso del barbaro omicidio di Giulio Regeni. Il governo e le istituzioni italiane continuano ad esigere la verità dalle autorità egiziane attraverso una reale, fattiva ed efficace cooperazione. La verità per Giulio è un'aspettativa fortemente radicata nella nostra pubblica opinione e che il nostro governo reitera con determinazione a ogni occasione di contatto con le istituzioni egiziane a tutti i livelli. L'ho ribadita anche nella mia più recente conversazione telefonica con il ministro degli Esteri Shoukry ha affermato il ministro degli Esteri Di Maio.

Sulla trattativa commerciale con l'Egitto per le navi Fremm, durante il question time Di Maio ha affermato: "La procedura autorizzativa per la trattativa delle fregate Fremm-Fincantieri è tuttora in corso. Il Governo ha ritenuto di dover  svolgere una valutazione politica, in corso a livello di  delegazione di Governo sotto la guida del presidente del  Consiglio".

"Prendo atto di una cosa che il ministro degli Esteri ha detto in questa Aula e che ritengo importante: cioè che la vendita di quelle fregate non è ancora conclusa, e che l’iter è in corso. Bene allora, on. Di Maio lo dico a lei e tramite lei a tutto il governo a cominciare dal presidente del consiglio, non si concluda quella vendita, si ripensi rapidamente a questa operazione di armamenti verso il regime egiziano. Solo cosi’ sarebbe una scelta di dignità e di buonsenso per il nostro governo e per il nostro Paese" ha replicato all'affermazione del ministro Di Maio l'esponente di Leu Nicola Fratoianni.

Ultimi sviluppi nel caso Regeni

Ieri la Commissione d'inchiesta sulla morte di Giulio Regeni ha chiesto di sentire urgentemente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in seguito al via libera dell’Italia alla vendita di due fregate Fremm al Cairo.

A febbraio di quest'anno la Commissione parlamentare d’inchiesta sul caso aveva ascoltato a febbraio l’ex ambasciatore italiano in Egitto Cairo Giulio Massari, che nel 2016 rappresentava l’Italia in quel paese.

RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook