09:01 29 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
100
Seguici su

Durante la videoconferenza con i sindacati, il ministro dello Sviluppo Economico ha bocciato il piano industriale inviato venerdì 5 giugno dall'azienda, perché non garantisce l'occupazione e il volume di investimenti stabiliti nei precedenti accordi.

"Il piano Mittal a nostro avviso è inaccettabile per due elementi. Mette in discussione gli aspetti occupazionali e di conseguenza mette in discussione il piano di investimenti". Così Patuanelli ha detto ai sindacati, durante la videoconferenza di martedì mattina, convocata in seguito all'invio del piano industriale della società al governo. 

Il governo considera strategico l'assett dell'acciaio, sia per le importanti filiere connesse che compongono il tessuto industriale italiano - cantieristica, costruzioni, automotive, meccanica, cita il ministro - sia per la tutela dell'occupazione che per l'implementazione di un piano di riconversione sostenibile con investimenti green. 

Il piano industriale presentato da AM si discosta da questi obiettivi e dagli impegni assunti dalla società davanti a Stato e sindacati. 

"Il piano presentato venerdì si allontana dal piano di marzo, si allontana dagli obiettivi che il governo si è dato in modo troppo radicale ed è quindi nostra intenzione ribaltare la questione e confermare quali sono le priorità, la piena occupazione come obiettivo del piano industriale e sto parlando non solo di 10.700 dipendenti AM, ma anche di chi è in amministrazione straordinaria", sottolinea il ministro.

Patuanelli, infine  conferma la volontà del governo di investire sin quest'anno su Afo 5 e di avviare il processo di decarbonizzazione a partire dallo stabilimento dell'Ex Ilva, processo fondamentale per limitare al massimo l'impianto ambientale.

Tags:
Ministero dello Sviluppo Economico, Ilva, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook