10:08 29 Ottobre 2020
Italia
URL abbreviato
102
Seguici su

Allerta alla Sibeg Catania, la fabbrica di imbottigliamento Coca Cola, dopo la scoperta di tre dipendenti positivi in seguito all'effettuazione di 140 prove sierologiche. Stabilimento evacuato e situazione sotto controllo, ma riaffiora lo spettro epidemia.

Torna la paura del virus in Sicilia, dopo i tre casi di positività al Covid-19 alla Sibeg di Catania, la società che imbottiglia bevande a marchio Coca Cola, in seguito all'effettuazione di 140 test sierologici fra i lavoratori dello stabilimento etneo. I tre dipendenti risultano essere asintomatici e in buone condizioni fisiche. Non ci sarebbero altri casi sin'ora. 

Nello stabilimento è scattato lo stato di emergenza, i locali sono stati evacuati e sanificati sotto la direzione dell'Asp provinciale debitamente allertata dai responsabili aziendali. L'autorità sanitaria ha inoltre disposto altri 100 tamponi tra i dipendenti, che saranno rieseguiti fra 15 giorni per garantire il lavoro nelle condizioni di massima sicurezza possibile. 

“Siamo pronti e preparati per una lunga convivenza con una condizione di pandemia – ha detto l’Ad di Sibeg, Luca Busi – e siamo chiamati al massimo rigore e al massimo sforzo per garantire la salute e la sicurezza dei nostri lavoratori e delle loro famiglie”. 

Lo stabilimento, che resterà aperto, verrà settimanalmente sottoposto alla sanificazione degli ambienti di lavoro, uffici e locali di produzione. Inoltre i test diagnostici verranno effettuati ogni settimana per gli operai in linea di produzione e ogni 15 giorni per impiegati in amministrazione e addetti commerciali. 

"Le nostre attenzioni sono rivolte ai tre dipendenti positivi, a cui auguriamo una pronta guarigione”, sottolinea Busi.

Durante la fase acuta dell'epidemia da nuovo coronavirus, Sibeg aveva donato 80 mila euro al presidio ospedaliero S. Marco di Catania, in prima linea nella lotta per il covid-19. 

Tags:
Sicilia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook