13:33 14 Agosto 2020
Italia
URL abbreviato
0 47
Seguici su

La Camera dei deputati approva il Dl Scuola trasformandolo in legge. 145 i voti a favore e 122 i contrari alla conversione. Duro l'ostruzionismo del centrodestra ma ora si guarda all'attuazione delle misure.

Nonostante l’ostruzionismo di Lega e Fratelli d’Italia che avevano dispiegato tutti i loro deputati per ritardare l’approvazione del Dl Scuola in scadenza domani, la Camera dei deputati è giunta alla votazione e ora il decreto legge Scuola è stato trasformato in legge con 145 voti favorevoli e 122 voti contrari.

Il Dl Scuola aveva già ottenuto la fiducia al Senato, e con l’approvazione da parte della Camera dei deputati si conclude l’iter parlamentare della legge voluta dal governo per fare fronte all’emergenza sanitaria in atto che ha pesantemente stravolto l’ordinarietà della scuola italiana.

La legge consentirà ora di valutare gli alunni a fine anno scolastico 2019/2020 e di avviare il nuovo anno scolastico a settembre. Si attendono ora solo le linee guida del comitato tecnico-scientifico, che tra le altre misure potrebbero contenere i divisori in plexiglass da installare tra i banchi di scuola per separare tra loro gli alunni presenti nella stessa classe.

Oltre a consentire la chiusura dell’anno scolastico e di aprire quello 2020/2021, la nuova legge sulla scuola appena approvata consentirà l’assunzione di decine di migliaia di precari della scuola italiana attraverso 4 bandi di concorso, ma contiene anche altre novità.

I sindacati, però, ieri hanno confermato lo sciopero di lunedì 8 giugno.

Si torna al giudizio nella scuola primaria

Gli adulti ricordano bene come alle elementari si veniva giudicati, per l’appunto, con un giudizio dedicato all’alunno che teneva conto delle sue capacità e doti complessive.

Poi le recenti modifiche hanno stravolto il metodo di giudizio degli alunni basandolo sul voto, ma ora si torna al giudizio e non è un ritorno al passato, ma a un metodo che rispetta la psicologia e lo sviluppo umano integrale dell’alunno e dell’alunna che frequenta al scuola primaria.

Edilizia scolastica, arrivano i poteri speciali

I sindaci hanno ottenuto i poteri speciali per l’edilizia scolastica, ciò consentirà loro di approntare in tempi più rapidi le opere di riqualificazione degli edifici scolastici che ne hanno bisogno.

I poteri commissariali resteranno in vigore fino al 31 dicembre 2020.

I concorso precari

I precari della scuola italiana sosterranno un esame non basato su domande a risposta chiusa, ma su domande a risposta aperta.

I concorsi si svolgeranno non appena la situazione epidemiologica lo renderà possibile.

Correlati:

Insegnanti in sciopero l'8 giugno, salta l'ultimo giorno di scuola per tre regioni
Scuola, Garante chiede la revoca dello sciopero dei docenti l'8 giugno
Riapertura scuola a settembre: ipotesi tutti in classe con divisori. Sindacati confermano sciopero
Tags:
Scuola
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook